Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 28/01/2020 - 01:51


Crea il tuo forum GRATIS su GlobalFreeForum.com.



Rispondi all’argomento  [ 109 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7 ... 11  Prossimo
 l'air avellino a rischio fallimento 
Autore Messaggio
Mini Socio Fondatore
Mini Socio Fondatore
Avatar utente

Iscritto il: 25/11/2008 - 10:28
Messaggi: 3830
Messaggio Re: l'air avellino a rischio fallimento
Carmine Campanella ha scritto:
Immagine





*jumping* *jumping*

_________________
Immagine Immagine


20/01/2011 - 10:23
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: l'air avellino a rischio fallimento
Cita:
IL PRESIDENTE DELLA SCANDONE NON HA GRADITO UN PARTICOLARE DI UNA NOTA RILASCIATA DAGLI ORIGINAL FANS

BASKET - Ercolino: sono pronto a lasciare


«Il questi tre anni io e mio figlio abbiamo dato corpo e anima per questa società»




Avellino 00:11 | 23/01/2011
AVELLINO - Le vicissitudini societarie sono ormai note a tutti, così come i sacrifici del vulcanico presidente che non ha gradito il volantino diffuso dagli Original Fans all’inizio del match contro Treviso. Lunedì sera lo zoccolo duro del tifo ha indetto un’assemblea pubblica a cui sono invitati a partecipare istituzioni e imprenditori della città per discutere della difficile situazione della Scandone. E fin qui tutto bene. Ercolino, però non ha gradito gli ultimi due righi del volantino in cui gli O.F. scrivono : «la Scandone non è una prerogativa esclusiva degli Original Fans, né il giocatto dell’imprenditore di turno, ma un patrimonio dell’intera città...».
Imprenditore di turno Ercolino non lo è mai stato e forse il riferimento non era nemmeno rivolto a lui. Sta di fatto che questo particolare lo ha fatto andare su tutte le furie. «Cosa abbiamo costruito io e mio figlio in questi tre anni con questo “giocattolo”- si chiede Ercolino - abbiamo solo dato anima e corpo alla causa, lo si vede dal Palazzetto costruito e regalato alla città, dalla coppa Italia conquistata e dalle Final Eight che abbiamo portato ad Avellino contro il volere di tutti, per non parlare dell’Eurolega. Ce l’abbiamo messa tutta in questi anni. Sentivo odore di crisi ed anche la mia impresa ha traballato. E’ per questo che ho sentito il bisogno di chiedere aiuto agli amici ed agli imprenditori perché da solo il gruppo Ercolino non ce l’avrebbe fatta».
L’appello del presidente, però, non ha avuto gli esiti sperati. E’ questo un altro elemento di grande rammarico. «Ho dovuto convincere amici - continua - industriali, privati, persone che con l’industria non c’entravano niente ma che hanno sentito il bisogno di starmi vicino. Ed ora devo sentirmi dire di essere un imprenditore di turno. Vorrei proprio presenziare io alla riunione di lunedì e chissà che non sarà proprio quella la sede in cui rassegnare le mie dimissioni».
Sulle labbra del presidente torna il sorriso quando passa ad analizzare la partita: «c’è da essere soddisfatti per questa grande vittoria - conclude Ercolino - nonostante l’assenza di Green abbiamo dimostrato che abbiamo un roster che quando entra in campo con voglia di giocare non dà scampo a nessuno. Il migliore in campo secondo me è stato Johnson. Ha dimostrato di avere le qualità del grande campione. In difesa è stato di estrema chirurgia. Potete immaginare la mia grande soddisfazione per aver sempre creduto in lui».



corriere dell'irpinia

_________________
Immagine


23/01/2011 - 09:52
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: l'air avellino a rischio fallimento
Cita:
«La minaccia di Ercolino? Ci sono cose più importanti»
LA REPLICA DEGLI ORIGINAL FANS ALL’ANNUNCIO DI DIMISSIONI DEL PATRON DELLA SCANDONE


Avellino- “Il problema è molto semplice. Non siamo insegnanti di italiano, non scriviamo tesi di laurea. L’interpretazione delle cose scritte lascia il tempo che trova. Pensiamo che in questo momento ognuno dovrebbe mettere da parte la propria permalosità, considerato che il discorso che abbiamo fatto nel nostro invito era generale”. Non si fa attendere la risposta degli Original Fans - qui rappresentati da Marco Mallardo - alle parole dell’(ex?) presidente della Scandone Vincenzo Ercolino che, nel dopo-gara di sabato sera, aveva tuonato contro una frase riportata all’interno dell’invito all’assemblea pubblica organizzata (per oggi) dalla stessa tifoseria biancoverde.

La frase della discordia. “La squadra non è un giocattolo nelle mani di imprenditori”, questa l’affermazione che aveva scatenato l’ira del patron, che, estremamente infastidito, aveva annunciato le dimissioni, che dovrebbero essere formalizzate nella giornata di oggi. Almeno secondo il gruppo ultra avellinese, però, si è trattato solo di un’incomprensione. O, forse, della proverbiale goccia che ha fatto traboccare un vaso già abbastanza pieno.

Interpretazioni. L’intento degli OF, ad ogni modo, non era critico: “Il luogo opportuno per esternare contestazioni è la curva e non ci sembra che, da quando è stato lanciato questo allarme, qualcuno al palazzetto si sia mai permesso di manifestare pubblicamente dissenso contro la proprietà. L’interpretazione del testo è puramente soggettiva. L’obiettivo era sensibilizzare la gente per ottenere una buona partecipazione. Comunque, bisogna guardare alle cause che ci hanno spinto a fare questa assemblea: c’è un’emergenza. Dobbiamo guardare al futuro e lasciare da parte queste cose”.

L’appuntamento. Insomma, bando alle polemiche, ci sono cose più importanti a cui pensare. Di questo, non a caso, si parlerà nell’ormai famosa assemblea che gli Original Fans hanno organizzato per questa sera, alle 19,30, al PalaDelMauro. “Si tratta - continua Mallardo - di una sorta di ringraziamento a coloro che si sono adoperati per la Scandone. Ci sarà, inizialmente, un filmato di quattro minuti, durante il quale verrà letto un nostro pensiero rispetto a ciò che si potrebbe verificare”.

Il programma. Dopo questa introduzione, si passerà al dibattito vero e proprio, moderato da Stefania Montesarchio, rappresentante del gruppo OF. La stessa curva biancoverde, rappresentata dallo stesso Mallardo, farà delle proposte alle istituzioni per il futuro della Scandone. Il tavolo sarà presieduto, infatti, dal sindaco Giuseppe Galasso, dal presidente della Provincia Cosimo Sibilia, dal vice presidente della regione Campania Antonio Valiante, dal Presidente del Coni Saviano e dal Presidente dell’Acs D’Ercole. In tribuna vip ex dirigenti, ex giocatori (si parla di Herb Jones, Mastroianni, Capone, Frascolla e Middleton, ndc) e gli imprenditori che, fino a questo momento, hanno aiuto la squadra irpina. Nella Terminio, poi, ci saranno le persone ‘comuni’, vero e proprio motore di eventi come questo: “Ci auguriamo che ci sia talmente tante gente da aprire anche le curve”. All’interno del dibattito, tutti avranno la parola, attraverso testimonianze e proposte per il futuro della Scandone. “Gli Of, comunque, - conclude Mallardo - lanciano un ulteriore appello a quelle persone che probabilmente sono state dimenticate, affinché partecipino attivamente all’assemblea”.



ottopagine

_________________
Immagine


24/01/2011 - 09:35
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: l'air avellino a rischio fallimento
Cita:
LA CONFERENZA STAMPA

Air - Gli Original Fans chiedono chiarezza

Presenti all'incontro di oggi il presidente della Provincia Cosimo Sibilia ed il sindaco Giuseppe Galasso





Avellino 22:17 | 24/01/2011
AVELLINO - Si è appena conclusa la conferenza stampa organizzata dai supporters dell'Air Avellino con i vertici istituzionali della Provincia. Presenti all'incontro il presidente Cosimo Sibilia, il sindaco Giuseppe Galasso e il presidente del Coni Giuseppe Saviano. Il motivo principale dell'incontro, tenutosi al palazzetto dello sport Giacomo Del Mauro, quello di fare chiarezza sul futuro economico della società, che rischia fortemente di non arrivare a fine stagione


corriere dell'irpinia

_________________
Immagine


25/01/2011 - 09:40
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: l'air avellino a rischio fallimento
Cita:
Ercolino: «Non lascio la Scandone mi serve solo una mano»
ALL’ASSEMBLEA PUBBLICA DEGLI ORIGINAL FANS IL PATRON RILANCIA. IL SINDACO: SONO FIDUCIOSO


Avellino- Salviamo la Scandone. Questo l’obiettivo – sicuramente lodevole – dell’assemblea pubblica organizzata ieri dagli Original Fans al PalaDelMauro, con la presenza di istituzioni, imprenditori ed ex dirigenti e giocatori. Tra gli altri, hanno presieduto il tavolo il Sindaco di Avellino Giuseppe Galasso, il Presidente della Provincia Cosimo Sibilia, quello del Coni Giuseppe Saviano, il Direttore Generale dell’Acs Ing. Di Gennaro e l’Assessore comunale allo Sport Giuseppe Giacobbe, oltre a due rappresentanti degli Original Fans. Assente il Vice Presidente della Regione Giuseppe De Mita.
Tra gli imprenditori, il Presidente della Camera di Commercio Costantino Capone e quello della Confcommercio Oreste La Stella. Un appuntamento importante, che testimonia la volontà tangibile, da parte della tifoseria irpina, di cercare soluzioni concrete all’ormai cronica crisi societaria che attanaglia la formazione bianco verde.
In un palazzetto gremito, l’happening è partito con un filmato che, in circa 4 minuti, ha riassunto la storia di una Scandone sempre capace di rialzarsi, dalle promozioni in A2 ed A1 fino alla più recente conquista della Coppa Italia e la partecipazione all’Eurolega. Una vera e propria storia d’amore, quella tra il club avellinese e gli Original Fans, determinati a evitare la fine di quella fede che, citando, “non va tradita ed è la sola per tutta la vita”.
A seguire, le commoventi – e commosse – testimonianze di ex giocatori, come Claudio Capone, Sergio Mastroianni, Herbert Jones, Tonino Tufano e Giovanni Dalla Libera, oltre ad ex dirigenti, su tutti Ciro Melillo e Carmine Cardillo. A rappresentare la tifoseria irpina, Marco Mallardo che, ripercorrendo le tappe della crisi societaria, ha manifestato le preoccupazione degli Original Fans, in parte scaturite anche dalle parole di Silvio Sarno che, giorni fa, aveva sottolineato la difficoltà nel proseguire con gli aiuti.
I supporters, comunque, hanno anche delle proposte: “Si potrebbe aprire un conto corrente intestato al Sindaco di Avellino, che fungerebbe da garante per gli abbonamenti del prossimo anno. Ogni abbonato, in altre parole, dovrebbe versare la metà della quota pagata quest’anno. Chiediamo, inoltre, al Presidente della Provincia di lanciare un appello ai sindaci dei 119 Comuni dell’Irpinia, stabilendo una cifra minima da versare sui bilanci. Inoltre, sarebbe fondamentale continuare a coinvolgere imprenditori che potrebbero aiutare la Scandone”.
Da segnalare, la presenza di Luigi e Vincenzo Ercolino, rispettivamente amministratore delegato e presidente della formazione irpina. Sull’attuale situazione, il patron, glissando sull’annuncio di dimissioni nel post-partita contro Treviso, ha commentato: “Non sono più ottimista. Lo sono stato per tre anni e mezzo, senza ricevere particolari risposte. Chi può rilevare la Scandone? Solo un altro Ercolino. Comunque, non abbandonerò mai questa squadra. Gli imprenditori mi daranno una mano a superare queste difficoltà”.
Il presidente lancia, inoltre, l’idea di un prestito popolare da 100 euro per 10000 persone, con rilascio di ricevuta fiscale. Anche Ercolino jr, tra le lacrime, spiega: “Questa squadra non ha costi esorbitanti: le spese, probabilmente, sono inferiori a quelle dello scorso anno. Dopo tre anni e mezzo, abbiamo bisogno di aiuto”.
Un ruolo importante nel salvataggio della squadra bianco verde, comunque, lo avranno le istituzioni, come sottolineato da Galasso: “Dobbiamo allargare il giro di industriali, per far sì che si riesca ad arrivare alla fine del campionato senza difficoltà. Abbiamo dei nomi a cui rivolgerci, vedremo come andranno le cose. Il basket è fondamentale qui ad Avellino: ha una valenza sociale importantissima. Le istituzioni possono creare presupposti per favorire il salvataggio della società, senza, tuttavia, dare aiuti concreti economicamente. Non è tutto in discesa, ma sono fiducioso”. Tra gli imprenditori, l’intervento di Walter Taccone: “La presenza in Lega Uno va preservata, anche se va tenuto conto del momento di crisi economica generale. Bisogna mettere il cuore in questa iniziativa, uscendo chiaramente allo scoperto”.



ottopagine

_________________
Immagine


25/01/2011 - 09:43
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: l'air avellino a rischio fallimento

Click here to learn how to add YouTube Videos to your phpBB forum

_________________
Immagine


25/01/2011 - 09:58
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 16/10/2009 - 10:08
Messaggi: 13219
Località: Avellino
Messaggio Re: l'air avellino a rischio fallimento
io ieri ero al palazzetto e la sensazione e stata che ancora una volta sara Ercolino a salvare la situazione.
Infatti il presidente, non solo non si è dimesso, ma ha confermato il suo impegno attivo in società, chiedendo però una mano alla forza imprenditoriale della città.

_________________
Immagine
Immagine


25/01/2011 - 11:17
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: l'air avellino a rischio fallimento
Cita:
«Tutti coinvolti per salvare la Scandone»
TACCONE:?«IMPRENDITORI E PRIVATI INSIEME, ALTRIMENTI NON C’È SPERANZA»


Avellino- “Siamo arrivati ad un momento chiave nella situazione societaria della Scandone. Dobbiamo cercare di mettere insieme forze imprenditoriali e soggetti privati per venire fuori da questa empasse. Sembrerà tragico, ma se non si fa in questo modo, non c’è speranza”. Partiamo dalla fine della nostra chiacchierata con Walter Taccone, vice presidente della Scandone, per spiegare, nel dettaglio, quello che è il momento della crisi della formazione bianco verde.
Dottor Taccone, dopo l’assemblea organizzata dagli Original Fans, quali sono le soluzioni che si prospettano?
«Dipende sempre dal soggetto che prendiamo in considerazione. Per quel che riguarda gli imprenditori, infatti, c’è la necessità di formare una cordata da 9-10 persone per costituire uno zoccolo duro che si prenda la maggior parte delle responsabilità».
Può esserci un’altra strada?
«Non ci si può affidare solo agli industriali; dobbiamo considerare varie opzioni. E’ interessante l’idea del sindaco e del presidente della Provincia di coinvolgere gli Ordini Professionali che, se dovessero contribuire, potrebbero permetterci di racimolare una cifra importante».
E i Comuni?
«Anche i paesi dell’Irpina possono fare la loro parte. Faccio un esempio. Se, su 119 comuni, ognuno versa 1.000 euro, ne avremo raccolti 100.000. E’ una somma importante».
E le proposte della tifoseria?
«Anche quelle sono costruttive. In particolare, mi è piaciuta molto l’idea che riguarda l’anticipo degli abbonamenti, con una sorta di tassazione che consentirebbe alla Scandone di terminare il campionato».
Insomma, bisogna essere tutti insieme.
«La soluzione, considerata l’entità e la portata del problema, deve essere, per forza di cose, corale».
Quale può essere il ruolo di Ercolino?
«Il presidente ha dato totale disponibilità a riguardo. Potrebbe farsi da parte, ma anche entrare all’interno di quell’ipotetica cordata di cui parlavo prima, senza, comunque, essere più l’azionista di maggioranza».
Nel corso dell’assemblea ha detto che non lascerà mai la Scandone.
«Credo che, anche se dovesse farsi da parte, non gli si dovrebbe negare almeno la presidenza onoraria, considerato quello che ha fatto per questa squadra».
Dal punto di vista degli imprenditori, dunque, si cerca una soluzione definitiva?
«Nel momento in cui si rilevano le quote azionarie della squadra, è evidente che si compie un investimento a lunga durata. Stiamo lavorando anche per la prossima stagione, per il futuro».



ottopagine

_________________
Immagine


26/01/2011 - 09:39
Profilo
Mini Socio Fondatore
Mini Socio Fondatore
Avatar utente

Iscritto il: 25/11/2008 - 10:28
Messaggi: 3830
Messaggio Re: l'air avellino a rischio fallimento
Mostino84 ha scritto:
io ieri ero al palazzetto e la sensazione e stata che ancora una volta sara Ercolino a salvare la situazione.
Infatti il presidente, non solo non si è dimesso, ma ha confermato il suo impegno attivo in società, chiedendo però una mano alla forza imprenditoriale della città.



pure secondo me

_________________
Immagine Immagine


26/01/2011 - 11:10
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: l'air avellino a rischio fallimento
Cita:
Salvataggio Scandone, proposta della Polisportiva Rione Mazzini .

Giovedì 27 Gennaio 2011 10:23 . AVELLINO - La Polisportiva Rione Mazzini intende promuovere un accorato appello alla città, agli enti ed istituzioni e alle società sportive minori per salvare la squadra di basket “ S.S. Felice Scandone 1948” dalle attuali difficoltà economiche in cui versa attualmente. "La squadra Felice Scandone 1948 - afferma in una nota il presidente della Polisportiva - è stata ed è un vanto per la città, nonché un simbolo dello sport irpino sulla ribalta nazionale. l’unica società sportiva nostrana iscritta nella serie a1 del basket italiano. e tale, noi crediamo, essa debba ancora rimanere nel panorama agonistico nazionale.
Nel 2009 il comune di Avellino aveva pubblicato un bando per l’assegnazione di contributi alle società sportive minori cittadine, stanziando la somma complessiva di € 50.000,00. tali contributi non sono stati mai liquidati, salvo l’importo di € 12.000,00 versato a favore degli organizzatori della manifestazione denominata Sportdays.
Inoltre, nel bilancio 2010 l’amministrazione comunale aveva stanziato ulteriori contributi, pari alla somma di € 40.000,00, anch’essa mai liquidata alle medesime società sportive.
Ciò premesso, si invitano l’amministrazione comunale di Avellino a devolvere a favore della società di basket “S.S. Felice Scandone 1948” i contributi spettanti alle società sportive minori cittadine e non ancora liquidati agli aventi diritto, corrispondenti alla somma complessiva di € 78.000,00.
Le società sportive minori cittadine a rinunciare ai contributi stanziati dal comune di Avellino e non ancora loro liquidati".


irpinia oggi

_________________
Immagine


27/01/2011 - 11:16
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 109 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7 ... 11  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010


Politica sulla Privacy (Cookie & GDPR)