Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 12/12/2019 - 23:53


Crea il tuo forum GRATIS su GlobalFreeForum.com.



Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
 Regione - Stop alle sponsorizzazioni. Anche per l'Air 
Autore Messaggio
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Regione - Stop alle sponsorizzazioni. Anche per l'Air
Cita:
Regione - Stop alle sponsorizzazioni. Anche per l'Air






Napoli 02:36 | 18/01/2011
Stop alla sponsorizzazione dell’Air. Dopo le furiose polemiche degli anni scorsi, sembra destinata a giungere a conclusione la querelle riguardante il sostegno alla squadra di basket di Avellino da parte dell’azienda regionale di trasporti irpini. Questo prevede una specifica disposizione della finanziaria 2011 che è ora all’esame della commissione Bilancio.
Si tratta del comma 9 del primo articolo del collegato al bilancio dove si legge testualmente: «A decorrere dalla data di entrata in vigore della presente legge, la Regione e gli enti e le società di cui al comma 3 non possono effettuare spese per sponsorizzazioni».
Le società di cui al comma 3 sono quelle «anche di tipo consortile, partecipate dalla Regione», dunque anche l’Air Autoservizi irpini.
Oltre che per questa disposizione la finanziaria si caratterizza anche per diverse restrizioni.
Il Bilancio prevede tagli lineari di tutte le voci di spesa del 10% che investiranno tutti i settori: dai trasporti al personale, con, nel primo caso, la conseguente razionalizzazione e il probabile aumento del 10% del biglietto Unico e, nel secondo caso, la risoluzione dei contratti esterni stipulati dalla Regione nella precedente legislatura.
Nella linea del rigore, la Legge finanziaria regionale 2011 taglia le consulenze, gli incarichi esterni, i gettoni e indennità per i componenti dei cda delle società miste; riduce il numero dei componenti degli organi di amministrazione e di controllo; dispone la gratuità della partecipazione ad organismi collegiali operanti presso la Regione; taglia le risorse per le auto di rappresentanza e per i buoni taxi del 20% e dell’80% le spese per convegni e pubblicità.
Con il collegato al Bilancio 2011, scende da 85 a 75 milioni di euro il ‘budget’ per il funzionamento del Consiglio regionale e si prevede che le indennità dei consiglieri regionali vengano rideterminate in modo tale che non superino quanto percepito nell’anno scorso e, comunque, non eccedano la misura della indennità massima spettante ai parlamentari.
Nel solco del rigore si colloca anche l’accorpamento di alcune società partecipate dalla Regione riducendo, così, le spese per i consigli di amministrazione e prevedendo l’obbligo a loro carico di relazionare sui risultati delle attività entro il 30 maggio prossimo, pena la decurtazione delle risorse regionali stanziate in loro favore e la decadenza dall’incarico.
La manovra di Bilancio 2011 prevede, infine, un piano di alienazione del patrimonio immobiliare regionale dal quale la Giunta ritiene di poter ricavare 13 milioni di euro.
Tra le principali misure previste ci sono 200 milioni di euro per le opere pubbliche dei Comuni (contributi per concorso all’ammortamento dei mutui da essi contratti per le opere pubbliche); 60 milioni di euro per acquedotti e disinquinamento; 25 milioni di euro per la ricapitalizzazione delle Asl e delle Aziende ospedaliere; 58 milioni e 450 mila euro per il ricorso al mercato finanziario per la realizzazione di investimenti e per la partecipazione a società che svolgano attività strumentali rispetto agli obiettivi della programmazione regionale.
Il Bilancio 2011 indirizza agli investimenti nei settori della dell’ambiente, della ricerca, della scuola, del turismo e delle infrastrutture 1 miliardo e 375 milioni di Euro (ai quali si aggiungono 715 milioni che non sono stati spesi nel passato.
Inizieranno oggi dalle ore 11,00, le audizioni della Commissione regionale Bilancio, presieduta da Massimo Grimaldi (N.Psi-Caldoro presidente), sulla manovra di Bilancio di previsione 2011 e relativo collegato e Bilancio pluriennale 2011-2013.
Ad aprire il calendario delle audizioni, che si concluderà il 26 gennaio prossimo, è la Confindustria, che sarà seguita, nella giornata di domani, da Confapi, Confartigianato, Confcommercio, Confesercenti, Confagricoltura, Confederazione italiana agricoltura, Federazione regionale dei coltivatori diretti; mercoledì sarà la volta delle organizzazioni sindacali e delle società partecipate dalla Regione e, a seguire, il mondo della scuola e dell’università, la sanità, con le Asl e le aziende ospedaliere di tutto il territorio.


corriere dell'irpinia

_________________
Immagine


18/01/2011 - 09:56
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 1 messaggio ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010


Politica sulla Privacy (Cookie & GDPR)