Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 22/11/2019 - 14:36


Crea il tuo forum GRATIS su GlobalFreeForum.com.



Rispondi all’argomento  [ 699 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 66, 67, 68, 69, 70
 News calcio italiano 
Autore Messaggio
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 16/10/2009 - 10:08
Messaggi: 13219
Località: Avellino
Messaggio Re: News calcio italiano
Cita:
Il Milan annuncia Balotelli: ora è un giocatore rossonero
29.01.2013 17.21

Milan Channel, canale ufficiale rossonero, ha annunciato pochi secondi fa che c'è l'accordo firmato tra le due società per Mario Balotelli, che sarà ufficialmente un giocatore del Milan solo dopo le visite mediche che si terranno domani. Successivamente, il giocatore firmerà con il club rossonero un contratto che lo legherà al Milan fino al 30 giugno 2017.

TMW

_________________
Immagine
Immagine


29/01/2013 - 17:59
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: News calcio italiano
Mostino84 ha scritto:
Cita:
Il Milan annuncia Balotelli: ora è un giocatore rossonero
29.01.2013 17.21

Milan Channel, canale ufficiale rossonero, ha annunciato pochi secondi fa che c'è l'accordo firmato tra le due società per Mario Balotelli, che sarà ufficialmente un giocatore del Milan solo dopo le visite mediche che si terranno domani. Successivamente, il giocatore firmerà con il club rossonero un contratto che lo legherà al Milan fino al 30 giugno 2017.

TMW



grande acquisto.

_________________
Immagine


30/01/2013 - 09:50
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 16/10/2009 - 10:08
Messaggi: 13219
Località: Avellino
Messaggio Re: News calcio italiano
Fa strano vedere Balotelli con la sciarpa del Milan al collo e la maglietta in mano
Immagine

_________________
Immagine
Immagine


30/01/2013 - 19:06
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: News calcio italiano
Cita:
Multa di 15.000 euro all'Inter per i cori razzisti contro Balotelli

12-02-2013• Raffaele Bozzi il giudice sportivo ha inflitto la sanzione per due cori offensivi dei tifosi nerazzurriIl Giudice sportivo Gianpaolo Tosel ha inflitto un'ammenda di 15.000 euro all'Inter perchè i suoi tifosi, durante la partita di domenica, hanno indirizzato due cori razzisti contro il giocatore Mario Balotelli, neo acquisto del milan e con un passato da nerazzurro.

Il Giudice ha individuato, tramite la registrazione televisiva, due cori decisamente offensivi nei confronti della provenienza etnica di Balotelli, uno verificatosi al 41° del primo tempo ed uno al 42° del secondo tempo della partita.

La multa è stata attenuata perché il Giudice ha constatato che la società nerazzurra ha collaborato attivamente nell'individuazione dei responsabili e nell'opera di indagine sull'intera questione.

La vicenda avviene dopo poco tempo dall'abbandono del campo del giocatore di colore del Milan Boateng durante una partita amichevole con il Pro Patria a causa di cori razzisti a suo indirizzo insistenti e continuati messi in atto dai tifosi della squadra piemontese, contribuendo non poco ad inasprire la polemica sul razzismo di alcune tifoserie italiane.

Altra multa della stessa cifra all'Inter perché alcuni tifosi hanno ripetutamente indirizzato un fascio di luce laser verso l'arbitro dell'incontro, allo scopo di limitarne le capacità visive e quindi di indurlo in errore nelle decisioni inerenti alla gara.

La società nerazzurra ha espresso tutta la sua solidarietà a Balotelli, dichiarandosi non solo estranea ad ogni manifestazione di razzismo dei suoi tifosi, ma pronta a collaborare in maniera fattiva con la giustizia sportiva al fine di individuare i responsabili dei cori razzisti e fare in modo che paghino per il loro gesto.


supermoney

_________________
Immagine


12/02/2013 - 17:46
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 16/10/2009 - 10:08
Messaggi: 13219
Località: Avellino
Messaggio Re: News calcio italiano
Cita:
Inter, Milito operato e in lacrime: la carriera è a rischio

La fortuna sarà anche cieca, ma con Diego Milito la sfortuna ci ha visto benissimo. Appena rientrato dopo un lungo stop, l'attaccante argentino ieri ha di fatto chiuso la stagione nel modo più brutto. Al 7' della sfida contro il Cluj (leggi qui la partita) il Principe è andato in pressing su Godameche, ma il ginocchio sinistro ha avuto un'iperestensione che l'ha fatto letteralmente saltare per l'innaturalezza del movimento e soprattutto per il dolore.

doppia lesione — Si è capito subito che si trattava di qualcosa di serio, tanto che in una drammatica escalation su San Siro è calato il gelo (quello termico c'era già), i compagni, Cassano in primis, si sono messi le mani nei capelli, Stramaccioni ha mandato a scaldarsi Palacio e poi alzato gli occhi al cielo per snocciolare un campionario di imprecazioni. Il Principe infatti si rantolava a terra dal dolore, fino a quelle lacrime così strane per un guerriero come lui. Il risultato preciso della risonanza magnetica effettuata in gran fretta al San Matteo di Pavia, dove opera il professor Benazzo, ha confermato tutta la gravità delle lesioni. Milito è comunque rientrato a casa. Le parole di Strama a fine gara sono una condanna: "Il dottor Combi mi ha parlato di lesione del legamento crociato anteriore e del collaterale esterno, con interessamento della capsula. Credo che sarà operato al più presto. E la beffa è che l'infortunio non ha nulla a che fare con quello precedente". Tradotto: sei mesi di stop e carriera a rischio visto che Milito ha quasi 34 anni. Il riferimento del tecnico è alla botta presa il 22 dicembre contro il Genoa, che era costata al Principe, al di là di qualche minuto contro il Pescara, oltre un mese di assenza. A parte l'aspetto umano, un danno incalcolabile per la squadra, che ha nell'argentino un insostituibile. Come si è visto proprio quando Milito è rimasto fuori. Un'altra vera punta centrale in rosa non c'è. O meglio, ci sarebbe Rocchi che però paga ancora la naftalina laziale, mentre Livaja è finito all'Atalanta nell'ambito dell'affare Schelotto. E se non bastassero gli spunti tecnico-tattici, una statistica dice tutto dell'importanza del Principe. Ogni volta che ha segnato - e in questo campionato è successo nove volte, l'ultima al rientro contro il Chievo domenica scorsa - l'Inter ha sempre vinto.

gazzetta dello sport

_________________
Immagine
Immagine


15/02/2013 - 11:12
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: News calcio italiano
Cita:
Calcio: Europa League, Napoli-Plzen 0-3

Un gol nel primo tempo e due nel secondo stendono gli azzurri
14 febbraio, 21:14

salta direttamente al contenuto dell'articolo
salta al contenuto correlato

IndietroStampa
Invia
Scrivi alla redazione Suggerisci ()

Guarda la foto1 di 1 (ANSA) - NAPOLI, 14 FEB - Il Napoli è stato sconfitto 3-0 in casa dai cechi del Viktoria Plzen nella partita di andata dei sedicesimi di finale di Europa League.

I tre gol della squadra ospite sono stati realizzati al 28' del primo tempo da Darida. Sono poi seguiti, nel secondo tempo, le realizzazioni di Rajtoral, al 33' e di Tecl al 44'. (ANSA).

_________________
Immagine


15/02/2013 - 17:10
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: News calcio italiano
Cita:
Milan-Barcellona 2-0, Boateng e Muntari stendono i catalani Esultanza milanista, sconsolati i giocatori del Barcellona

Prestazione eccezionale dei rossoneri, che dopo aver chiuso tutti i varchi agli assi blaugrana, colpiscono nella ripresa. Finisce 2-0, un bottino importante in vista del ritorno al Camp Nou
di ENRICO CURRO'
Email

StampaMILANO - "Se fossimo stati più lucidi, avremmo potuto cercare il 3-0". Se qualcuno, alla vigilia del duello con l'inarrivabile Barcellona, avesse pronosticato il commento di Allegri alla partita, l'avrebbero preso per Pazzo. Invece la chiosa, alla luce della magnifica serata milanista, è del tutto pertinente. Adesso il Milan è favoritissimo per la qualificazione ai quarti della Champions League e non si parla tanto di Messi e delle meraviglie che avrebbe dovuto mostrare, quanto di Boateng rinato, di El Shaarawy talento sempre più europeo e naturalmente di Allegri.

Non c'è dubbio, infatti, che il modo in cui l'allenatore ha preparato questa sfida sia stato la dimostrazione esatta di quanto fossero ingiustificate le critiche di Berlusconi nei suoi confronti. La perfetta tattica del Milan stride con quella approssimativa del Barcellona, di sicuro penalizzato dal fatto che il suo tecnico Vilanova, in terapia a New York, non abbia potuto dirigere personalmente la squadra, demandando il compito al suo vice Roura, che proprio a San Siro contro il Milan, nell'89, vide stroncata la carriera di calciatore da un fortuito contrasto con Van Basten, e al Meazza ha vissuto una pagina nerissima della carriera di allenatore. Avrebbero dovuto aiutarlo i tantissimi campioni veterani e il loro celebre gioco a memoria. Invece l'hanno affossato: perfino la rete di passaggi fitti diventa prevedibile, se non viene accompagnata dalla necessaria velocità.

Sembra passato un secolo da quando l'anno scorso, più o meno di questi tempi, Ibrahimovic entrò inferocito nello spogliatoio dell'Emirates Stadium di Londra, dopo la disfatta con l'Arsenal, e bistrattò Allegri davanti a tutti, rinfacciandogli l'eccesso di difensivismo e il rischio di una clamorosa eliminazione in rimonta, malgrado il 4-0 dell'andata a San Siro. Quel precedente, anche se questo è un Milan più giovane e non può schierare Balotelli in Champions, è abbastanza fresco per non essere stato dimenticato. Non sarà facile, al Camp Nou, resistere all'orgoglioso ritorno di una squadra di campioni formidabili e di Messi, che rimane il più forte calciatore del mondo. Non sarà facile, ma è più che mai possibile. Due squadre tra le prime otto d'Europa - la Juve che ha già prenotato i quarti e questo imprevedibile Milan - per il calcio italiano in crisi finanziaria sarebbero un piccolo trionfo. E la dimostrazione che i soldi non sempre vincono.

MILAN-BARCELLONA 2-0 (0-0)
Milan (4-3-1-2): Abbiati, Abate, Mexes, Zapata, Constant, Montolivo, Ambrosini, Muntari, Boateng, Pazzini (29' st Niang), El Shaarawy (43' st Traore'). (1 Amelia, 76 Yepes, 2 De Sciglio, 36 Cristante, 22 Bojan). All.: Allegri.
Barcellona (4-3-3): Valdes, Dani Alves, Pique', Puyol, Jordi Alba, Xavi, Busquets, Fabregas (17' st Sanchez), Pedro, Messi, Iniesta. (13 Pinto, 19 Montoya, 14 Mascherano, 25 Song, 11 Thiago, 37 Tello). All.: Roura.
Arbitro: Thomson (Scozia).
Reti: nel st 12' Boateng, 36' Muntari.
Angoli: 4-3 per Barcellona
Recupero: 0' e 5'
Ammoniti: Mexes, Traorè e Busquets per gioco falloso, Piquè per proteste.
Spettatori: 75.932 per un incasso di 4.659.762



repubblica

_________________
Immagine


21/02/2013 - 09:32
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: News calcio italiano
ennesima sconfitta per i partenopei che dopo la coppa italia salutano anche l'europa per ora concentrarsi sul campionato?........................

Cita:
Europa League: Napoli eliminatoIl Viktoria Plzen vince 2-0 nel ritorno
foto SportMediasetCorrelatiMazzarri: "Compromessa all'andata"Liverpool e A. Madrid fuori, Chelsea a fatica: tutti i risultati00:26 - Nessuna rimonta per il Napoli, che perde 2-0 in casa del Viktoria Plzen e viene eliminato dall'Europa League. In Repubblica Ceca, nel ritorno dei sedicesimi di finale, agli azzurri di Mazzarri sarebbe servito un miracolo per ribaltare lo 0-3 dell'andata. Arriva invece una sconfitta netta firmata dalle reti di Kovarik (51') e Tecl (74'). Agli ottavi i cechi se la vedranno contro il Fenerbahce, che ha eliminato il Bate Borisov.
LA PARTITA
Che l'impresa sarebbe stata quasi impossibile, si sapeva. Il Napoli, però, non ci va mai vicino e, quasi, nemmeno ci prova. Per l'assalto, Mazzarri parte senza Cavani ma si presenta con un tridente iper offensivo. Calaiò al centro e Pandev-Insigne larghi, supportati (in teoria) dalle discese dei terzini (Maggio e Zuniga). Il modulo (4-3-3), come intuibile dagli interpreti, è di quelli aggressivi. Il problema è che i cechi scelgono di difendere lo 0-3 dell'andata nello stesso modo con cui gli azzurri vogliono impostare la partita. Ovvero, attaccando. Le intenzioni del Viktoria sono chiare già dopo due minuti, quando Bakos va subito vicino al vantaggio. Il Napoli reagisce presto, promettendo anche bene: Insigne e Calaiò ci provano dalla distanza al 6' e al 9'. Peccato che, da lì in poi, ci sia il nulla.

Pandev si muove poco e Calaiò non tiene un pallone. Behrami si nota solo per i falli, Donadel non entra mai in partita. Maggio, poi, non spinge mai. Con questi presupposti, segnare anche solo una rete diventa assai complicato e i cambi a inizio ripresa non mutano affatto l'inerzia della gara. Mazzarri lancia nella mischia Cavani (per Behrami) e Inler (per Donadel) passando a un 4-2-4 disperato. Il match, però, finisce dopo sei minuti, quando Kovarik impatta col sinistro un cross da destra di Rajtoral: la palla sfugge a De Sanctis e il Viktoria, di fatto, è qualificato agli ottavi di finale. I cechi, mai appagati, continuano a macinare gli avversari e infilano il 2-0 con Tecl (29'), che in contropiede piazza la sfera sul secondo palo lasciando immobile il povero De Sanctis. La squadra di Mazzari, solo a questo punto, si fa vedere dalle parti di Kozacik con qualche guizzo di Insigne e con le conclusioni di Cavani, in cerca di gloria personale. Il Napoli se ne va così dall'Europa, negli ultimi tempi diventata quasi un peso. Ora avrà testa e gambe solo per il campionato: per capire se la scelta sarà stata appropriata, bisognerà però attendere la fine.
LE PAGELLE

Maggio 4,5 - Controfigura dello stantuffo che tutti conoscono. Fatica a superare la metà campo, poi si fa trascinare dal nervosismo.

De Sanctis 5 - Prima tieni in piedi la squadra con un paio d'interventi importanti. Poi commette una papera in occasione del vantaggio ceco. Cominciano a diventare un po' troppe...

Pandev 5 - Si impegna anche, ma proprio non ce la fa. E' lento, prevedibile, leggibile.

Calaiò 4,5 - Titolare al posto di Cavani, è pressoché inesistente nel primo tempo. Esce dal guscio nei minuti finali, quando ormai è troppo tardi.
IL TABELLINO

VIKTORIA PLZEN-NAPOLI 2-0
Viktoria Plzen (4-2-3-1): Kozacik 6,5; Reznik 6, Cisovsky 6, Prochazka 6, Limbersky 6,5; Darida 6,5, Horvath 6,5; Rajtoral 7 (38' st Fillo sv), Kolar 7 (44' st Stipek sv), Kovarik 7; Bakos 6,5 (12' st Tecl 7).
A disp.: Pavlik, Hejda, Zeman, Duris. All.: Vrba 6,5
Napoli (4-3-3): De Sanctis 5; Maggio 4,5, Gamberini 5 (20' st Cannavaro 5,5), Rolando 5,5, Zuniga 6; Behrami 5,5 (1' st Inler 6), Donadel 4,5 (1' st Cavani 5,5), Dzemaili 5,5; Pandev 5, Calaiò 4,5, Insigne 5,5.
A disp.: Rosati, Campagnaro, Mesto, El Kaddouri. All.: Mazzarri 5
Arbitro: Kassai (Ungheria)
Marcatori: 6' st Kovarik (V), 29' st Tecl (V)
Ammoniti: Limbersky, Bakos, Darida (V); Behrami, Donadel, Gamberini, Cavani, Maggio (N)
Espulsi: -


tgcom

_________________
Immagine


22/02/2013 - 10:08
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: News calcio italiano
continua il momento nero del napoli.nelle ultime 7 gare 3 sconfitte e 4pareggi tra la coppa europea,da poco salutata come la coppa italia,ed il campionato.

Cita:



Chievo-Napoli 2-0, gli azzurri dicono addio al sogno scudetto Il rigore fallito da Cavani

Prova disastrosa della squadra di Mazzarri che cade al Bentegodi e ripone nel cassetto le speranze tricolore mettendo a rischio anche il secondo posto. Cavani conferma il momento di crisi sbagliando un rigore, i gialloblù vincono con merito grazie alle reti di Dramè e Therea

VERONA - Fine della corsa, almeno per il sogno scudetto del Napoli. Ma il ko contro il Chievo (2-0) mette a rischio anche il secondo posto della squadra di Mazzarri, in crisi e ormai braccata da vicino dal Milan. Disastrosa la prova degli azzurri, traditi dal portiere De Sanctis e soprattutto da Cavani, che si è fatto parare perfino un rigore nella ripresa dal bravissimo Puggioni: il migliore in campo. Di Dramè e Tehreau le reti decisive.

Il nervosismo della vigilia ha condizionato il Napoli fin dalle prime fasi della partita, in cui è stato il Chievo a impadronirsi subito dell'iniziativa e a passare senza troppa difficoltà in vantaggio, praticamente al primo vero assalto. Il gol l'ha firmato con un bel tiro dalla distanza il senegalese Boukary Dramè (12'), ma ci ha messo del suo pure il portiere De Sanctis, apparso nella circostanza distratto e poco reattivo, come del resto parecchi dei suoi compagni. Gli azzurri hanno dato subito la sensazione di subire la maggiore aggressività degli avversari, che hanno sfiorato pure il raddoppio con un colpo di testa ravvicinato di Paloschi, che ha scheggiato la traversa.

Minima l'opposizione del reparto arretrato di Mazzari, in emergenza per le assenze di Paolo Cannavaro e Britos e guidato per la prima volta in campionato da Rolando, di cui si è notato lo scarso affiatamento con gli altri difensori. Il portoghese non ha commesso errori clamorosi e ha provato perfino qualche sortita palla al piede, mostrando almeno personalità. Poco o nulla da salvare, invece, nelle prestazioni sotto tono di Maggio, Gamberini, Hamsik, Behrami e Inler, che si è fatto notare solamente in attacco con un tiro deviato in angolo da Puggioni. Buona la prova del portiere dei veneti, attento anche su un paio di conclusioni non irresistibili dello spento Cavani e fortunato su un bolide da lontano di Insigne, finito a lato dopo aver sfiorato il palo.

Tutta qui la reazione del Napoli, troppo lento nell'impostazione nella manovra e incapace di trovare varchi nella difesa del Chievo, molto compatta. Non ha invece trovato opposizione dall'altra parte Thereau, che sul finire del primo tempo (43') è scattato sul filo del fuorigioco e ha firmato il raddoppio di nuovo con la complicità di un paio di azzurri: Gamberini e De Sanctis, in pessima giornata.
Ai gravi errori del portiere si sono sommati però quelli di Mazzarri, che ha aspettato fino all'intervallo per intervenire e quando l'ha fatto è apparso a sua volta in giornata no: rivoluzionando la sua squadra. Gli ingressi in campo in rapida successione di Dzemaili, Armero e Pandev hanno infatti confuso ancora di più le idee di Cavani e compagni, fino al naufragio finale. Il colpo di grazia è stato l'errore dal dischetto dell'irriconoscibile Matador, che si è fatto respingere dal bravissimo Puggioni (12' st) il calcio di rigore dell'ultima speranza. I portieri hanno fatto la differenza, ma il Napoli non c'è più.

Chievo-Napoli 2-0 (2-0)
CHIEVO (5-3-2): Puggioni 7.5; Frey 6, Dainelli 6, Andreolli 6.5, Cesar 6, Dramè 7 (28' st Jokic sv); Cofie 6.5, Rigoni 6.5, Hetemaj 6.5; Thereau 6.5 (12' st Luciano 6), Paloschi 6.5 (37' st Pellissier sv). (18 Squizzi, 88 Ujkani, 5 Guana, 7 Seymour, 11 Samassa, 17 Sampirisi, 27 Gabriel Hauche, 33 Papp, 39 Stojan). All.: Corini 7.
NAPOLI (3-4-1-2): De Sanctis 5; Campagnaro 5, Rolando 5, Gamberini 5 (1' st Dzemaili 5); Maggio 5, Behrami 5, Inler 5 (12' st Armero 5.5), Zuniga 5 (18' st Pandev 5.5); Hamsik 5; Insigne 5.5, Cavani 5. (22 Rosati, 15 Colombo, 2 Grava, 16 Mesto, 4 Donadel, 13 El Kaddouri, 9 Calaio'). All.: Mazzarri 5.
Arbitro: Rocchi di Firenze 6.5.
Reti: nel pt 12' Dramè (C), 43' Thereau (C).
Ammoniti: Andreolli (C) e Dainelli (C) per gioco falloso; Dzemaili (N) per condotta antiregolamentare.
Angoli: 13-3 per il Napoli.
Recupero: 0' e 4'.
Note: al 13' st Puggioni ha parato un penalty calciato da Cavani. Spettatori 12 mila circa.


la repubblica

_________________
Immagine


10/03/2013 - 17:44
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 699 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 66, 67, 68, 69, 70

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010


Politica sulla Privacy (Cookie & GDPR)