Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 13/11/2019 - 17:46


Crea il tuo forum GRATIS su GlobalFreeForum.com.



Rispondi all’argomento  [ 16 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
 Haiti: vittima irpina, ansia per 100 emigranti 
Autore Messaggio
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Haiti: vittima irpina, ansia per 100 emigranti
Cita:
Haiti: vittima irpina, ansia per 100 emigranti


Anche l'Irpinia pianga una vittima nel catastrofico terremoto che ha colpito l'isola caraibica di Haiti. Non ce l'ha fatta Gigliola Vitillo, 70 anni, originaria di Teora. La donna è morta sotto le macerie: qualche tempo fa era scampata ad un tentativo di rapimento. Al dolore e allo sgomento per la scomparsa della Vitiello, a Teora in queste ore si unisce l'ansia e l'angoscia per gli altri emigranti. Sono un centinaio, i teoresi che vivono ad Haiti: generazioni di emigranti partiti dall'Alta Irpinia agli inizi del Novecento. Il sindaco Salvatore Di Domenico e l'intera comunità si sono attivati subito dopo aver ricevuto le prime notize sullo spaventoso sisma. Alla Farnesina sono stati forniti gli elenchi dei teoresi emigrati. E intanto ieri la buona notizia per Carmine Liberale, il 31enne di Monteforte Irpino: funzionario dell'Onu è ad Haiti per seguire un'inchiesta dell'Alto commissariato. Il giovane è in salvo ed è riuscito anche a contattare i genitori.


irpinia oggi

_________________
Immagine


15/01/2010 - 08:19
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: Haiti: vittima irpina, ansia per 100 emigranti
Cita:
Haiti: la toccante testimonianza di Riccardo Vitiello

E' morta nell'unico ospedale della capitale sfuggito al sisma, per le gravi ferite riportate nel crollo della sua abitazione. A parlare sono il figlio di Gigliola Martino, Riccardo Vitiello e il cugino Leone Vitiello che raccontano il drammatico decesso dell'anziana originaria di Teora. Siamo scappati subito da lei, viviamo vicini e il nostro primo pensiero e' stato quello di raggiungerla - racconta tra i singhiozzi Riccardo Vitello, commerciante, terzo figlio di Gigliola -. Arrivati sul posto abbiamo cominciato a chiamarla, e solo dopo numerosi tentativi abbiamo sentito la sua voce... un sollievo. Era sotto le macerie, in prossimita' della porta, stava scappando quando il tetto e' crollato. Abbiamo cominciato a scavare con bastoni, pale e con le mani. A fatica siamo riusciti ad estrarla dalle macerie. Le sue condizioni erano gravissime, aveva perso un braccio e la gamba destra era dilaniata...L'abbiamo portata subito all'ospedale, ma non ce l'ha fatta.


irpinia news

_________________
Immagine


15/01/2010 - 13:24
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: Haiti: vittima irpina, ansia per 100 emigranti
[quote][/quote]Forse due le vittime irpine del terremoto ad Haiti
Altri quattro teoresi sarebbero salvi, ma la Farnesina al momento non conferma


Avellino- Sarebbero forse due le vittime irpine, entrambe originarie di Teora. La notizia è trapelata pochi minuti fa. Oltre alla morte accertata di Gigliola Martino Vitiello, 71 anni, secondo alcune notizie frammentarie giunte da alcuni parenti pare che, infatti, che a perdere la vita a causa del terremoto ad Haiti ci sarebbe anche tale Sperduto. La notizia, però, non è stata ancora ufficializzata dalla Farnesina. Così come non è stata ancora ufficializzata dall'Unità di crisi l'altra notizia, quella che darebbe in salvo altri quattro teoresi: Carol Petoia, Nicola Martino, Vito Riccardo e Caprio. Per loro, al momento, si tira un sospiro di sollievo, anche se si attendono notizie ufficiali dalla Farnesina. A Teora sono ore di apprensione e di dolore. Si prega, infatti, per altri quaranta teoresi che sono residenti proprio nell'isola caraibica colpita dal terremoto che fino a questo momento ha provocato quasi centomila morti. Ad Haiti c'è apprensione per gli italiani. Gigiola Martino Vitiello, 71 anni, originaria di Teora è la prima vittima italiana ufficiale. Trasferitasi negli anni '50 ad Haiti, la signora Gigliola, proprietaria insieme ai figli di un'impresa di pulizie, era stata vittima in passato di due rapimento. L'ultimo, il più drammatico, nell'estate del 2006. In quell'occasione i banditi le uccisero il marito, Guido Vitiello, 83 anni. Glielo fecero trovare morto su una sedia nel giorno della sua liberazione. Come molti altri irpini s'era trasferita ad Haiti negli anni '50 dall'Irpinia in cerca di fortuna. Un viaggio lungo Teora, paesino dell'altirpinia martoriato dal sisma dell'80 e straziato per la morte di tantissime persone sotto le macerie di quel drammatico 23 novembre, oggi piange un'altra vittima del terremoto. Ad Haiti


ottopagine

_________________
Immagine


15/01/2010 - 13:24
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: Haiti: vittima irpina, ansia per 100 emigranti
[quote][/quote]Terremoto Haiti, l'Irpinia prega per 40 Teoresi
Inviata lista alla Farnesina



Teora- Non solo Argentina, Brasile, Stati Uniti, Venezuela, le rotte più battute dell’emigrazione Oltreoceano degli anni ’50, alcuni s’imbarcarono raggiungendo approdi meno frequentati, come l’isola di Haiti. Tra loro un numeroso gruppo di teoresi. Ieri mattina presso gli uffici del comune altipino si sono recate varie persone che volevano avere notizie dei parenti che risiedono a Port Au Prince nella capitale dell’ isola caraibica devastata dal terremoto. Nella tarda serata di ieri una mail da Haiti a Teora “ Stiamo bene, ma abbiamo bisogno di aiuto. Chiedete aiuto per noi al Governo italiano”.
Viste le richieste, l’impossibilità di stabilire un qualsiasi contatto l’ufficio anagrafe, con l’aiuto dei familiari, ha provveduto a stilare una lista con circa 40 nominati che è stata poi inviata presso l’Unità di Crisi della Farnesina. Si tratta di persone di origine teorese, che hanno cittadinanza e passaporto italiano.
“ In realtà la comunità teorese è molto più vasta, è composta da almeno 150 persone, e si tratta comunque una stima approssimativa – racconta Nicola Restaino che ha molti parenti nell’isola caraibica - ho cugini di primo grado a Port Au Prince. Nono solo per quanto mi riguarda, ma nella maggioranza dei casi si tratta di parentele dirette, le persone che fanno parte della lista inviata alla Farnesina hanno rapporti costanti con Teora: contatti telefonici, scambi di mail, telefonate con Skype. Anche se non sono nati qui, tanti sono venuti a visitare il luogo delle origini nel corso degli anni.
Nicola Restaino nella tarda serata di ieri ha ricevuto una mail da Haiti, dal cugino Leon Riccardi che gli ha scritto testualmente “Nicola, siamo tutti bene, chiede aiuti per noi Italiani anche per Haiti aiuti dal governo Italiano. La situazione e extremamente grave”.
E Nicola ha cercato di rassicurarlo “ciao Leone sono Nicola so che grazie a Dio state tutti bene noi ci stiamo attivando dall'Italia e da teora vi siamo molto vicini”.
“Ho saputo da un altro cugino che vive a Miami che la comunità teorese, gli italiani in generale non hanno a chi rivolgersi. Chiedono il sostegno del Governo, ci hanno fatto sapere che c’è urgente bisogno di acqua e di medicinali”.
Sempre Nicola Restaino che si tiene in stretto contatto con la Farnesina evidenzia che “La Farnesina fino ad ieri mattina aveva preso in considerazione solo gli italiani che lavorano ad Haiti e quelli che erano in vacanza, aveva completamente ignorato coloro che sono emigrati anni fa nell’isola”.
I teoresi si stabilirono ad Haiti negli anni ’50, molti poi hanno lasciato l’isola sempre più instabile da punto di ista politico ed economico e si sono trasferiti in Florida.
Quelli rimasti sono per lo più imprenditori e commercianti, abitano nella parte alta di Port Au Prince, considerata la zona residenziale della capitale, dove è crollato tutto.
Qualche anno fa in Italia fu dato ampio risalto al rapimento di una coppia di imprenditori teoresi Gigliola Vitiello ed il marito che fu barbaramente ammazzato, lei rilasciata dopo molti giorni.
I cognomi teoresi di Haiti sono Riccardi, Sperduto, Cappuccio, Vitiello, Martino, Petoia, Restaino e Russo. Il sindaco Di Domenico ha annunciato per i prossimi giorni delle iniziative di solidarietà.

Paola De Stasio

La lista dei Teoresi ad Haiti inviata alla Farnesina
Martino Anna Maria Gerarda
Martino Ernesta
Martino Gigliola Maria Antonietta
Martino Ines
Martino Liliane Marie Rose
Martino Myrna Therese
Martino Nicola Antoine
Petoia Carolle
Restaino Serafina Anna
Riccardi Amelia Giovanna
Riccardi Columba Maria Cristina
Riccardi Domenico Sandro
Riccardi Dorine Claudia
Riccardi Leone Giovanni
Riccardi Raffaele Vittorio
Riccardi Vito Leon
Russo Concetta Marie Henrette
Russo Francois Marie Joseph
Russo Jean Marie Bernard
Vitiello Elisa
Vitiello Emilio Veniero
Vitiello Fabio Claudio
Vitiello Maria Assunta Teresina
Vitiello Renato Ezio
Vitiello Romeo Italo Mario
Vitiello Vincenzo
Cappuccio Assunta
Cappuccio Grazia
Cappuccio Gigliola
Vitiello Silvio
Famiglia Caprio
Francis Felix
Francis Michel
Francis Sonia


ottopagine

_________________
Immagine


15/01/2010 - 13:25
Profilo
Colonnello Esercito Spartano
Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 29/10/2007 - 14:28
Messaggi: 118255
Località: svizzera
Messaggio 
una signora ^teorese la prima vittima accertata

_________________
voglio una vita spericolata
voglio una vita sempre quiiiiiiii


15/01/2010 - 23:09
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: Haiti: vittima irpina, ansia per 100 emigranti
Cita:

Teora: angoscia e speranza per emigrati di Haiti


Una vittima accertata, una seconda possibile e 40 persone che ancora mancano all'appello. Ansia, angoscia, trepidazione: sono questi i sentimenti che albergano nella piccola comunità di Teora che da due giorni piange la morte di Gigliola Martino, la prima vittima italiana nel terremoto di Haiti. La 70enne nata nell'isola caraibica da genitori irpini. Ora si teme per la sorte di Antonio Speduto che al momento del sisma stava lavorando in un supermercato che è poi crollato. Allo stato attuale sono 40 i teoresi di cui non si hanno ancora notizie certa. A fornire la lista al Ministero degli Esteri è stato il sindaco Salvatore Di Domenico. Ed è proprio in municipio che ora si è attivo una sorta di filo diretto con Haiti.


irpinia oggi

_________________
Immagine


16/01/2010 - 10:10
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: Haiti: vittima irpina, ansia per 100 emigranti
[quote][/quote]Terremoto ad Haiti, 4 teoresi dispersi. Si teme per la vita di Antonio Sperduto
Secona la tv locale potrebbe essere vivo sotto le macerie



Teora- Tra i teoresi di Haiti mancano all’appello 4 persone, si tratta dei 3 fratelli Sperduto e di un Salimbene. In particolare si teme per la morte di Antonio Sperduto sotto le macerie del Caribbean Market, il supermercato di cui era responsabile. Nella serata di ieri tra i parenti di Teora si è riaccesa una flebile speranza: l’inviato di una tv a Port Au Prince ha riferito che si udiva la voce di un italiano sotto le macerie di un supermercato crollato. Anche gli altri 2 fratelli sono nella lista dei dispersi: Rodolfo Sperduto che è un medico e Michele che si occupa di commercio di prodotti alimentari. La comunità teorese di Port Au Prince non ha avuto più loro notizie, ma potrebbe anche dipendere dal fatto che non sono riusciti a mettersi in contatto con i connazionali in una citta apocalittica nella morsa di una drammatica emergenza sanitaria, dove non c’è cibo, i morti ancora non hanno avuto sepoltura, si registrano saccheggi e s’odono spari. Il medico, se sopravvissuto, potrebbe essere impegnato nelle operazioni di soccorso, solo il cielo sa quanto bisogno di aiuto hanno i feriti, i traumatizzati in una città dove manca tutto, dove i medici operano la gente sulla strada. Intanto ieri mattina il telefono del comune di Teora squillava incessantemente, il sindaco Salvatore Di Domenico ed il vice Stefano Farina hanno risposto alle telefonate e rilasciato interviste a testate televisive e giornali nazionali e locali. Una troupe della Rai ha intervistato Di Domenico e Franchino Cappuccio, nato ad Haiti, colui che insieme a Nicola Restaino in queste ore tiene i contatti con i connazionali a Port Au Prince. Entrambi si stanno facendo portavoce presso la Farnesina e anche attraverso i mass media degli accorati appelli di aiuto che provengono da Haiti.


ottopagine

_________________
Immagine


16/01/2010 - 10:13
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: Haiti: vittima irpina, ansia per 100 emigranti
Cita:
Terremoto Haiti, sono in salvo emigrati di Teora


Stanno tutti bene. Sono riusciti a mettersi in salvo ed ora si sono radunati nello stesso posto: nel giardino di una delle ville di loro proprietà. Il dolore per la morte di Gigliola Martino è ora allievato dalla buona notizia che riguarda il gruppo dei 40 emigrati: dopo giorni di angoscia a Teora si tira un sospiro di sollievo. Il sindaco Salvatore Di Domenico sta coordinando i contatti con i teoresi ad Haiti. "Sono salvi - dice il primo cittadino - e li abbiamo anche raggiunti telefonicamente. I nostri concittadini sono, però, molto provati ed ora temono per le azioni di sciacallaggio. Ecco perché si sono radunati nello stesso posto". Al momento l'unico disperso è uno dei tre fratelli Sperduto: è sotto le macerie del supermercato che lui gestisce nell'isola caraibica. E a Teora è già partita la macchina della solidarietà: "Raccolta di fondi e di viveri - dice Di Domenico - siamo pronti anche ad ospitare a Teora i bimbi rimasti orfani".




irpinia oggi

_________________
Immagine


16/01/2010 - 16:03
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: Haiti: vittima irpina, ansia per 100 emigranti
[quote][/quote]Haiti, Leone Riccardi: stiamo bene, quanta paura
La testimonianza dall'isola caraibica raccolta attraverso Skype



"Stiamo bene, ora siamo a casa". A rassicurare i parenti in Irpinia attraverso una intervista realizzata da Ottopagine.it con un collegamento Skype è Leone Riccardi, cugino di Nicola Restaino.
Leone ci racconta degli attimi di paura vissuti, ma al tempo stesso rassicura tutti sul buono stato di salute.
Quanti di voi mancano all'appello?
"Al momento solo la signora Gigliola Martino Vitiello, che come tutti sapete è morta, per il resto siamo tutti qui".
Qui dove?
"Ora siamo a casa".
Avete già sentito i vostri familiari qui in Irpinia...
"Sì, li sentiamo tutti i giorni. L'ultima volta ci siamo sentiti ieri sera".
Come state?
"Stiamo tutti bene"
Di che cosa avete bisogno?
"Per il momento di nulla, abbiamo ancora cibo, ma ci basterà al massimo per altri 4/5 giorni".
I soccorsi stanno arrivando e...
"Sì, all'aeroporto arrivano in continuità"
I vostri parenti ci hanno riferito che ora il rischio maggiore è per gli sciacalli...
"Cosa..."
Avete paura di furti, possibili rapimenti...
"Era un rischio che c'era anche prima, figuriamoci ora. Ci sono oltre due milioni di abitanti ed è vero, ora c'è anche questo rischio".
Vuole lanciare un appello all'Italia?
"Vogliamo ringranziare tutti per quanto stanno facendo e dire ai nostri parenti che stiamo bene".


ottopagine

_________________
Immagine


16/01/2010 - 20:26
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: Haiti: vittima irpina, ansia per 100 emigranti
Cita:

Haiti, poche speranze per il teorese Sperduto


Con il passare delle ore diminuiscono le speranze ad Haiti di ritrovare in vita Antonio Sperduto, l'uomo originario di Teora la cui famiglia è emigrata da anni nell'isola caraibica. Sperduto al momento del terremoto era a lavoro nel supermercato di sua proprietà a Port Prince, la capitale di Haiti. Stando alle notizie che giungono dal centroamerica, l'uomo non darebbe più segnali di vita sotto le macerie. A Teora sono ore di grande apprensione, ma anche di gioia dopo la notizia che la maggior parte della comunità di emigrati è riuscita a scampare allo spaventoso sisma.



irpinia oggi

_________________
Immagine


17/01/2010 - 19:11
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 16 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010


Politica sulla Privacy (Cookie & GDPR)