Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 13/11/2019 - 17:46


Crea il tuo forum GRATIS su GlobalFreeForum.com.



Rispondi all’argomento  [ 71 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 8  Prossimo
 STATALE 90 DELLE PUGLIE CHIUSA STAMATTINA 
Autore Messaggio
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio STATALE 90 DELLE PUGLIE CHIUSA STAMATTINA
Cita:
STATALE 90 DELLE PUGLIE CHIUSA AL TRAFFICO IN IRPINIA A MONTAGUTO. PERCORSI ALTERNATIVI A16 NAPOLI BARI E SAVIGNANO IRPINO STRADA CICCOTONNO. PERICOLO DALL'ALTO, FRANA IN EVOLUZIONE. PER LA PROTEZIONE CIVILE LA STRADA VA CHIUSA. L'ANAS HA PROVVEDUTO A BLOCCARE LA CIRCOLAZIONE STRADALE LUNGO I DUE VERSANTI. TRANSITO DEVIATO PER I MEZZI PUBBLICI DIRETTI A FOGGIA.

_________________
Immagine


22/01/2010 - 08:39
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: STATALE 90 DELLE PUGLIE CHIUSA STAMATTINA

Click here to learn how to add YouTube Videos to your phpBB forum

_________________
Immagine


24/01/2010 - 10:41
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: STATALE 90 DELLE PUGLIE CHIUSA STAMATTINA
Cita:
L'intervento. L’annoso problema della Frana di Montaguto
Volpe (IdV) precisa



Avellino- «In merito alla vicenda “Frana di Montaguto” è bene fare alcune precisazioni. Non desidero di certo entrare in polemica con l’assessore Gino Cusano, ma nel contempo non posso tollerare dichiarazioni imprecise e poco rispettose del lavoro che svolgo quotidianamente in provincia nell’esclusivo interesse del territorio e della gente che lo abita.
L’amico Cusano dovrebbe ricordare che già nel primo consiglio provinciale, mentre i vari capigruppo esponevano le proprie linee programmatiche, affrontai il problema della frana invitando il presidente Sibilia a promuovere l’assise nel comune di Montaguto, sul territorio, obbligando di fatto i consiglieri provinciali a percorrere la strada di Ciccotonno, all’epoca impraticabile, per far loro comprendere il profondo disagio arrecato agli abitanti della Valle del Cervaro.
Il presidente provinciale aveva anche assicurato un suo impegno in merito, ma purtroppo non abbiamo avuto ancora il piacere di ospitarlo nella nostra terra. Nel mese di luglio ’09, insieme ad una delegazione di commercianti e imprenditori della zona, mi feci carico della grave situazione in cui versava la statale 90, interrotta dal movimento franoso, impegnandomi a trattare la questione in consiglio provinciale. Un lavoro intenso svolto collegialmente da tutte le forze politiche che ci permise di raggiungere, a fine Agosto, un ambito traguardo, la riapertura di una delle più importanti arterie di collegamento tra la Puglia e la Campania.
Successivamente, a causa delle condizioni climatiche particolarmente avverse, la strada statale 90 è stata di nuovo inghiottita dal fango e la frana avanza paurosamente rischiando di compromettere anche il collegamento ferroviario Roma – Lecce. È per questo motivo, che dopo continue sollecitazioni decido di riportare in consiglio provinciale la questione attraverso una esplicita richiesta scritta il 23 Gennaio. Pensavo, vista l’importanza del tema da affrontare e la presenza sul territorio di due assessori e quattro consiglieri provinciali, che ci fosse stata un’assise monotematica in cui discutere del lavoro svolto dalla Provincia e delle iniziative da mettere in campo nel prossimo futuro per superare questo annoso problema. Ma a quanto pare sbagliavo.
La frana più grande di Europa sembra occupare uno degli ultimi pensieri di questa maggioranza. Non si spiega altrimenti il posizionamento al 28° punto all’ordine del giorno del consiglio provinciale che si è tenuto stamane in provincia e l’assenza o meglio il ritardo dell’assessore Cusano. E quando al cospetto dei sindaci della Valle del Cervaro ho chiesto l’inversione dell’ordine del giorno per dare priorità ad una questione centrale, la maggioranza ha avuto il barbaro coraggio di votare contro. I sindaci presenti, indignati hanno abbandonato l’aula, ed io unitamente al consigliere del Pd Romano, non ho potuto far altro che seguirli. È per queste ragioni che respingo al mittente, assessore Cusano, le accuse che mi sono state rivolte in termini di strumentalizzazione della vicenda per fini elettorali. Io faccio politica per risolvere i problemi, e stando all’opposizione ho sempre cercato di lavorare in termini propositivi con l’attuale maggioranza. Non ritengo che la tornata elettorale possa e debba provocare l’interruzione dell’attività amministrativa, né tantomeno che il governo della provincia possa nascondersi dietro l’alibi della strumentalizzazione politica evitando di affrontare i problemi.
È successo con i lavoratori della Fma ed ora con la Frana di Montaguto. L’Italia dei Valori, è bene che si sappia, svolgerà un’azione politica sempre più incisiva e determinante in Provincia facendosi portavoce delle istanze dei territori, dei cittadini per troppo tempo bistrattati e dimenticati».

ottopagine

_________________
Immagine


25/02/2010 - 08:29
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: STATALE 90 DELLE PUGLIE CHIUSA STAMATTINA
Cita:

Montaguto, la frana avanza: chiusa la ferrovia



La frana avanza velocemente: chiuso il tratto ferroviario che collega l'Irpinia con la Puglia. Ancora apprensione per la frana di Montaguto. Il commissario straordinario Mario De Biase, ex sindaco di Salerno, dopo un vertice convocato d'urgenza in Prefettura ad Avellino, ha disposto la chiusura della ferrovia. Al summit ha preso parte anche il sindaco di Montaguto, Giuseppe Andreano. A complicare il quadro le piogge insistenti di questi giorni.


irpinia oggi

_________________
Immagine


11/03/2010 - 09:54
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: STATALE 90 DELLE PUGLIE CHIUSA STAMATTINA
Cita:
Montaguto. L’ultimo treno, Irpinia isolata
Ieri sera è stato disposto il blocco della Roma-Bari-Lecce. Mezza Italia paralizzata



Montaguto- L’ultimo treno è stato l’Eurostar delle 22,30 Roma-Bari. Blocco della ferrovia a causa della frana di Montaguto. Mezza Italia è in ginocchio, si profila un isolamento tra il Tirreno e l’Adriatico in questo tratto così importante che collega Campania e Puglia lungo la direttrice Roma-Bari-Lecce.
Il tratto in questione è quello compreso tra i chilometri 42,800 e 43,200 lungo la Caserta-Foggia. La decisione era nell’aria e da ieri sera si è concretizzata con una ordinanza a firma del direttore territoriale produzione Ferrovie dello Stato compartimento Napoli, Antonio Consaldi.


CHIUSURA. L’ufficialità della chiusura, a tempo indeterminato, è arrivata ieri sera dopo l’incontro in prefettura convocato d’urgenza su richiesta del commissario per l’emergenza idro geologica in Campania, Mario De Biase. Al tavolo è stata proprio esaminata la problematica relativa alla frana, aggravata dalle abbondanti piogge degli ultimi giorni. Presenti anche i vigili del fuoco, che hanno segnalato l’ulteeriore avanzamento del piede frana, posizionato ormai a soli 4 metri dalla tratta ferroviaria. Inoltre i vigili del fuoco, dopo aver effettuato una serie di sopralluoghi hanno sollecitato anche il prefetto di Avellino ad interrompere i collegamenti ferroviari.


UNITA' DI CRISI. E’ stata subito istituita l’unità di crisi, già disposti i percorsi alternativi su gomma con corse sostitutive o rete complementare attraverso Pattipaglia. Fino a tarda notte, sul posto, vigili del fuoco, carabinieri, Anas e funzionari delle Ferrovie dello Stato giunti da Napoli. L’impresa Pancione che ha lavorato negli ultimi giorni ininterrottamente fino a scongiurare già qualche settimana fa il blocco delle Ferrovie, ha continuato ad effettuare gli interventi sul piede della frana per evitare che la melma potesse seppellire i binari, così come già avvenuto per la bretella.


L'EPILOGO. Siamo all’epilogo di una situazione che parte da lontano e su cui fino ad oggi non sono stati adottati provvedimenti risolutivi. Oltre all’interruzione dei collegamenti su gomma tra Campania e Puglia, ora arriva questa tegola che interessa mezza Italia. Era il 19 aprile del 2006 quando venne disposta la prima chiusura al transito veicolare della Statale 90 delle Puglie, ad agosto dello stesso anno ebbero inizio i primi lavori per la realizzazione di una bretella ma disagi e difficoltà sono continuati nel corso degli anni con chiusure e riaperture ad intermittenza.


I DANNI. Danni economici ingenti per le popolazioni e per le poche attività commerciali esistenti nella valle del Cervaro. Basti pensare alla chiusura della pizzeria La Cantinella. Da gennaio 2010 una nuova chiusura della bretella con il terreno ormai giunto a pochi metri dai binari. Da ieri sera il blocco totale che paralizzerà i trasporti e che farà certamente rumore a livello nazionale.


ottopagine

_________________
Immagine


11/03/2010 - 11:21
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: STATALE 90 DELLE PUGLIE CHIUSA STAMATTINA
Cita:
Montaguto. Frana sui binari, treni bloccati
De Biase: anni di interventi inutili. Si teme che il fango possa arrivare nel Cervaro: sarebbe un disastro


Montaguto- La ferrovia resta chiusa, al momento non ci sono le condizioni per ripristinare il transito dei treni lungo la tratta Roma - Bari - Lecce. La frana ha ormai raggiunto i binari provocando il blocco dei collegamenti tra la costa tirrenica e quella adriatica. Trenta treni al giorno tra eurostar, intercity e vagoni merci saranno costretti a uno - e si teme prolungato - stop forzato con notevoli ed evidenti ripercussioni soprattutto sull’economia del Paese.
La frana non è più solo una questione locale, non interessa soltanto la Valle del Cervaro e l’Ufita. Ora assume i rielivi di un disastro nazionale. I disagi non sono circoscritti e per questo, come è accaduto negli ultimi anni, ignorati. Adesso non ci sono alibi, i ritardi non potranno essere tollerati. E soprattutti - a proposito di ritardi - verrà alla luce tutto quello che non è stato fatto in questo lungo periodo. Dicevamo le conseguenze.
Oltre a interrompere il collegamento per migliaia di pendolari, resterenno “isolate” tantissime aziende che si servivano dei treni per trasportare il materiale necessario per lavorare o i prodotti da immettere sul mercato. Studenti, militari, professionisti saranno costretti a cercare percorsi e mezzi alternativi con notevoli difficoltà e disagi per continuare a viaggiare. La frana rischia di mettere in ginocchio tre regioni. Lazio, Campania e Puglia, ora - almeno in parte, nella direttiva est, ovest - tagliate fuori dai collegamenti ferroviari. Per rimediare sono stati già tracciato degli itinerari alternativi.
Corse sostitutive partono da Battipaglia, ma è un rimedio non solo provvisorio ma anche estremamente disagevole e proprio per questo non potrà essere una soluzione definitiva, e neppure di lungo termine. Da ieri un via vai di tecnici ed esperti sono stati sul luogo della frana per fare il punto della situazione cercare soluzoni immediate, ma nessuno al momento è in grado di sbilanciarsi, nè su tempi e neppure sulle modalità dell’intervento. La situazione viene definita molto critica.
E’ giunto fra gli altri il professor Antono Di Santo, responsabile dell’Autorità di Bacino della Puglia, che si è detto molto preoccupato. «La frana è in evoluzione - ha dichiarato - e al momento non è possibile stabilire cosa potrà accadere nelle prossime ore, soprattutto se continueranno le precipitazioni piovose».
Gli ha fatto eco il commissario per l’emergenza frane in Campania, Mario De Biase, che è arrivato nel pomeriggio a Montaguto: «E’ una situazione molto difficile, non siamo in grado di dare certezze, ciò che si può affermare però è che si è intervenuti per quattro anni, ma i risultati li potete vedere anmche voi. Qui si sono consumate credibilità e risorse. In questo momento - ha aggiunto - ho solo poteri ordinari, ma proveremo a operare su un doppio binario (e il riferimento non era alla linea ferroviaria ndr): è necessario stilare subito un cronoprogramma, scadenzare gli interventi a monte e sul piede della frana. Continuare i lavori a valle, ma solo se servono a qualcosa, altrimenti li sospendo definitivamente».
De Biase ha anche incontrato il responsabile della Pro Loco di Savignano, noto come la “voce della frana”, Tonino Mendrino, il quale gli ha consegnato un dossier, arricchito anche da una serie di filmati, su quello che è stato definito il “grande spreco di Montaguto”. Dopo anni di silenzio il disastro nella Valle del Cervaro è assurto agli onori della cronaca nazionale. Oltre alle emittenti trelevisive nazionali, è arrivata a Montagusto anche una troupe di Striscia la Notizia. Il servizio andrà in onda questa sera. A realizzarlo Luca Abete, che si è scusato per non essersi occupato nei mesi e negli anni scorsi di una vicenda che egli stesso ha definito «sconcertante».
Sul posto oltre ai tecnici delle ferrovie dello Stato, presenti da quando è scattato il discor rosso (imposto dai vigili del fuoco) dopo il passaggio dell’ultimo terno, un eurostar delle 22,30, diretto a Bari, anche i carabinieri della compagnia di Ariano Irpino. Intanto si continua a lavorare senza sosta sul piede della frana. Si sta cercando di trovare uno spazio all’interno della terreno franato per far defluire le acque che dalla località Sorgenti arriva con preoccupante abbondanza a valle. Per fortuna non ci sono abitazio a rischo nella zona. L’unica è stata evacuata tempo fa.
Il timore è che il fango possa non solo invadere e seppellire i binari, ma arrivare fino al vicino fiume Cervaro rischiando in quel modo di provocare un enorme disstro ambientale. Non si ricorda una interruzione della ferrovia in questa zona, almeno dal lontano terremoto del 1962, fu in quella circosatnza che si dovettero intrerrompere i collegamenti. Poi solo un breve stop di dodici ore a causa di una ccezionale nevicata nel 1990. Il Comune di Ariano era presente con un suo delegato, il consigliere Angelo Puopolo per seguire il sopralluogo del commissario De Biase e in serata il sindaco Mainiero si incontrava con i sindaci di Montaguto e di Savignano.
“Abbiamo assicurato la nostra presenza e manteniamo stretti contatti per affrontare insieme la situazione- afferma Antonio Mainiero- A questo punto risulta inutile andare a recriminare sulle responsabilità di quanto fatto o non fatto. Ci auguriamo invece che vengano rispettati gli impegni e che aumentino gli sforzi per risolvere questo isolamento drammatico. La chiusura della ferrovia è un fatto gravissimo ma non dimentichiamo che il territorio sta soffrendo da anni. La frana sulla statale 90 ha creato un grande danno socio- economico. L’arianese storicamente ha sempre avuto stretti contatti con la Puglia e la frana di Montaguto ha interrotto ogni scambio”.


ottopagine

_________________
Immagine


12/03/2010 - 11:44
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: STATALE 90 DELLE PUGLIE CHIUSA STAMATTINA
Cita:
Frana di Montaguto, interviene Striscia la Notizia
Luca Abete consegna una pigna al commissario De Biase



Montaguto- Frana di Montaguto, interviene Striscia La Notizia. Sotto accusa finisce anche Bertolaso. Tutto e' documentato, nel servizio trasmesso da Canale 5.
Una vicenda che parte da lontano, da ben quattro anni, promesse disattese e impegni non mantenuti. Il capo della protezione civile nel 2006 era giunto in elicottero, aveva assicurato una risoluzione rapida del problema ma poi non si e' piu' visto.
Cosi' come Bertolaso naturalmente anche gli altri. E' tutta la catena che non ha funzionato. Un fallimento totale. Ma Bertolaso in qualita' di responsabile della Protezione Civile poteva fare di piu', vigilando innanzitutto. Solo con la chiusura della ferrovia, dell'importante tratta ferroviaria Roma- Bari- Lecce l' Italia si e' svegliata, ma non ancora del tutto per la verità. Per la prima volta la frana della vergogna e' balzata agli occhi dell'intera Nazione grazie alla segnalazione di Vigoroso, poco dopo il blocco ferroviario di mercoledì notte alla redazione di Striscia. L'intervento dell'inviato Luca Abete e' stato immediato ed impeccabile.. E' giunto sul posto accompagnato dalla troupe di Mediariano, ( Antonio Perna, Francesco Fiorellini e Agostino Vitillo). Ed ha lasciato una pigna in pegno al neo commissario all’emergenza frane della regione Campania, Mario De Biase, con la promessa di ritornare sul posto prima della stagione estiva, quando dovrebbero essere a buon punto secondo il funzionario della regione i lavori di messa in sicurezza.


ottopagine

_________________
Immagine


13/03/2010 - 11:41
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: STATALE 90 DELLE PUGLIE CHIUSA STAMATTINA

Click here to learn how to add YouTube Videos to your phpBB forum

_________________
Immagine


13/03/2010 - 11:42
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: STATALE 90 DELLE PUGLIE CHIUSA STAMATTINA

Click here to learn how to add YouTube Videos to your phpBB forum

_________________
Immagine


14/03/2010 - 17:23
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: STATALE 90 DELLE PUGLIE CHIUSA STAMATTINA
Cita:

Montaguto, frana: smantellate rotaie e traverse



Montaguto, nel punto più critico della frana sono state smantellate le rotaie e le traverse per motivi di sicurezza ed anche per permettere ai camion di intervenire per prelevare il terreno scivolato fino a due passi dai binari. Tale operazione purtroppo allungherà i tempi di ripristino della tratta Roma-Bari-Lecce. Il commissario regionale all'emergenza frane, Mario De Biase, ha spiegato: "Previsioni al momento non se ne possono fare. Seguiremo attentamente la vicenda. Il fronte della frana, purtroppo, ogni giorno, aumenta. Faticosamente siamo riusciti a salvare fino ad ora la ferrovia ma la frana è imprevedibile. In contemporanea teniamo sotto controllo la situazione a monte, dove il lago è ad un metro dal livello di tracimazione anche se allo stato attuale è in sicurezza".


irpinia oggi

_________________
Immagine


16/03/2010 - 11:16
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 71 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 8  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010


Politica sulla Privacy (Cookie & GDPR)