Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 13/11/2019 - 18:53


Crea il tuo forum GRATIS su GlobalFreeForum.com.



Rispondi all’argomento  [ 26 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo
 Tagli agli ospedali 
Autore Messaggio
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Tagli agli ospedali
Cita:
Bisaccia. Sciopero della fame per la chiusura dell’ospedale
Sindaci pronti a deporre la fascia tricolore. Rosetta D’Amelio: subito un consiglio provinciale



Bisaccia- “Nessuno tocchi il diritto alla salute, anche l’Alta Irpinia è Italia”: questo il titolo dell’appuntamento che si è svolto ieri a Bisaccia nel castello ducale. Al termine dell’incontro i sindaci del comprensorio che vi hanno partecipato hanno annunciato quella che hanno definito “una rivoluzione bianca”.
Ossia sciopero della fame e dimissioni in blocco.
L’incontro è stato convocato dopo la notizia dei tagli alla sanità in Alta Irpinia decisi dalla Regione Campania. Tagli che penalizzeranno in particolare il “Di Guglielmo” di Bisaccia, ospedale che dal dopo terremoto del 1980 ha rappresentato un importante punto di riferimento su tutto il territorio. Il sindaco Salvatore Frullone,organizzatore del dibattito e moderatore della serata, che in un primo momento aveva minacciato di deporre la fascia tricolore, ha poi abbassato i toni della protesta, dichiarandosi propenso ad intraprendere la via della diplomazia. Diverso, invece, l’approccio, del sindaco di Sperone Salvatore Alaia, molto più intransigente nel proporre la sua linea: «Sciopero della fame a partire da domenica 16 alle 22...».
Naturalmente «barricato nell’ospedale “Di Guglielmo”... Mi trasferisco a Bisaccia, bisogna iniziare a manifestare il proprio dissenso in maniera evidente contro le scelte calate dall’alto. Le azioni fanno meno rumore delle parole, diamo dignità a questa gente che merita rispetto». Applausi scroscianti dai cittadini che affollavano la sala, tra cui molte donne e anziani. Dopo Alaia, la parola è passata all’ex primo cittadino di Bisaccia, Marcello Arminio: «Sono pienamente d’accordo con il sindaco di Sperone. Questo territorio deve essere unito e compatto, sia a livello istituzionale che geografico».
Poi Frullone, nel ringraziare il Forum dei Giovani di Sant’Angelo dei Lombardi, che ha partecipato attivamente al dibattito, ha evidenziato una grande attenzione da parte di tanti ragazzi che anche da facebook hanno dimostrato la loro sensibilità verso il problema. In seguito ha preso la parola il sindaco di Calitri, Giuseppe Di Milia che si è detto concorde nell’intraprendere azioni eclatanti come avvenuto per la paventata discarica del Formicoso.
Il paesologo Franco Arminio, invece, ha proposto di interpellare il sindaco di Avellino Giuseppe Galasso e il presidente della Provincia, Cosimo Sibilia, per far sì che il caso del “Di Guglielmo” diventi una vertenza irpina e non solo locale.
«Diamo l’idea - ha detto - di una forza morale e fisica...». Più favorevole all’azione diplomatica la neo consigliera regionale, Rosetta D’Amelio che ha proposto, anche attraverso il collega Udc presente, Pietro Foglia, di sollevare la questione in Consiglio regionale per cercare di coinvolgere altri alleati in questa «battaglia di giustizia e di dignità per l’Alta Irpinia e tutta la nostra provincia». Per fare questo, però «...è necessario convocare subito un consiglio provinciale. Il piano è pronto ma non è firmato, salviamo almeno il Pronto soccorso».


ottopagine

_________________
Immagine


10/05/2010 - 08:44
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: Tagli agli ospedali
Cita:
Solofra. Addio ginecologia e ostetricia, proteste dal Landolfi
Il primario Tesorio: scelta che apre ad un progressivo ridimensionamento della struttura



Solofra- Nel piano Zuccatelli il presidio ospedaliero Landolfi è salvo dal declassamento a struttura di riabilitazione ma dovrà fare a meno del reparto di ostetricia e ginecologia. Si tratta di una scelta che compromette una unità operativa che nell'arco degli ultimi cinque anni è andata incontro ad un trend di crescita.
“Questo provvedimento – precisa il primario Nicola Tesorio - rispetto a Solofra è un provvedimento stupido e per una serie di motivi. Innanzitutto strutturale: viene lasciato in piedi un ospedale senza però ostetrici e ginecologia che è il reparto più dinamico. Immagino gli amministratori a cominciare dal sindaco Guarino un ospedale senza ostetrici e ginecologia. Domani sarà un ospedale senza pediatria e neonatologia, poi l'indebolimento della struttura degli anestesisti perchè l'emergenza vera è quella ostetrica, si tratta dunque di un ospedale che è destinato a morire. Solofra è la realtà che perde di più perchè si va a mettere una grave ipoteca sul futuro dell'ospedale”.
“Dal punto di vista dell'efficienza poi noi priviamo di un servizio un territorio strategico quale è Solofra anche per la presenza di un gran numero di immigrati. Non solo. L'ospedale di Solofra sta vivendo una fase estremamente positiva, si tratta di un ospedale radicato che si sta allargando verso la valle dell'irno e la valle del Sabato ma io dico anche dall'Alta Irpinia. Ora come si può immaginare di sguarnire l'alta irpina e potenziare Ariano. Non c'è nulla di più disomogeneo del terrirotio dell'Alta Irpinia con Ariano. Solofra funge da terminale per un bacino estremamente ampio di utenza e funge da filtro. Solofra è un ospedale di primo livello. L'azienda ospedaliera è un'azienda di rilevanza nazionale, deve fare le eccellenze e non può intasarsi che vi si riverserebbe con la chiusura di ostetricia e ginecologia a Solofra”.
Ed ancora. “Noi non possiamo essere penalizzati per motivi artificiosi e che probabilmente nascondono altri disegni”. “Io ritengo che la parola d'ordine sia mobilitazione. Questo è un provvedimento che non nessun senso. Sottrarre ad un ospedale ostetricia e ginecologia vuol dire sottrarre ad un ospedale la sua ragion d'essere”. Questi i numeri di ostetrici e ginecologia a Solofra: i ricoveri ordinari sono passati dagli ottocentosessanta del 2003 ai 1104 del 2008. I ricoveri in day hospital – day surgery sono passati da 1027 del 2003 a 1866 del 2008. il numero dei parti è passato dai 310 del 2003 ai 444 del 2008 con un trand in crescita in questi primi mesi dell'anno che dovrebbe spingere il numero dei parti oltre la soglia dei cinquecento.
Il futuro dell'ospedale “Landolfi” ed il taglio dell'unità operativa di ostetrici e ginecologia è stato al centro dell'ultima riunione del coordinamento “azzurro donne” di Solofra svoltasi presso la sede del pdl in via Felice De Stefano. Tra le tematiche discusse, hanno avuto maggiore rilevanza le problematiche relative all'ulteriore rischio di ridimensionamento del presidio “Agostino Landolfi” a seguito del nuovo piano sanitario proposto dal commissario regionale zuccatelli ed a tal proposito si è registrato l'intervento del vice-presidente del collegio provinciale ostetriche, Alba Maffei, e la partecipazione del dottore Angelo Montoro che hanno illustrato ed elaborato un piano alternativo per la risoluzione della questione. Inoltre si è formalizzata l'adesione del gruppo femminile al progetto del vice-coordinatore Giulio Buonanno della nascita del centro studi del Pdl.
E' stata approvata la proposta avanzata dall'avvocato Natalia De Maio di coinvolgere tutte le associazioni presenti sul territorio al fine di creare le giuste sinergie per affrontare le problematiche e per proporre soluzioni per la tutela del nostro territorio. Alla presentazione delle iniziative del pdl il prossimo lunedì presso la sede del Pdl interverrà la neo eletta al consiglio regionale Antonia Ruggiero.


ottopagine

_________________
Immagine


10/05/2010 - 08:44
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: Tagli agli ospedali
Cita:
Solofra, fiaccolata per salvare il Landolfi

Una fiaccolata per protestare contro la soppressione del reparto di ostetricia e ginecologia dell'ospedale Landolfi di Solofra. L'appuntamento, promosso da Alba Maffei vice-presidente dell'ordine di Avellino delle ostetriche, è per mercoledì alle 19.30.


irpinia oggi

_________________
Immagine


11/05/2010 - 08:17
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: Tagli agli ospedali
Cita:
Solofra: "Al Landolfi tagli insensati. Allora meglio chiuderlo"


Il primario di ginecologia ed ostetricia il professore Nicola Tesorio ed il primario di pediatria Felice Nunziata dicono no ad ogni ipotesi di tagli al Landolfi. “Siamo contrari ad un provvedimento che colpisce l'Irpinia come se fossero queste realtà la causa del deficit della sanità campana quando è invece evidente che è altrove che bisognerebbe guardare. Da medico intendo esprimere la più profonda solidarietà ai medici dell'alta irpinia. Per quanto riguarda il reparto di ostetricia e ginecologia si sono riaperte delle prospettive che solo qualche giorno fa pensavamo essere precluse”. E per il primario di pediatria il professore Felice Nunziata: “Pediatria è strettamente collegata, spiega, al reparto di ostetricia e ginecologia”. Ed ancora. “Chiudere il reparto di ostetricia e ginecologia è il primo passo verso un generale impoverimento dell'ospedale. Non ha senso tagliare servizi all'ospedale Landolfi visto che qui esistono realtà che sono ben più dinamiche e che sicuramente funzionano meglio di altre realtà provinciali”. “A questo punto, sbotta polemicamente e provocatoriamente , se vogliamo chiudere ostetricia e ginecologia chiudiamo tutto l'ospedale di Solofra”.


irpinia oggi

_________________
Immagine


13/05/2010 - 08:54
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: Tagli agli ospedali
Cita:
Landolfi, in centinaia in piazza contro il ridimensionamento
Ieri sera la fiaccolata in paese


Solofra- Mamme, bambini, comuni cittadini fra di loro facevano capolino politici ed amministratori cittadini e provinciali. Tutti si sono ritrovati in piazza per testimoniare la propria vicinanza al personale medico ed infermieristico dell'ospedale Landolfi in generale ed a quelli di ostetricia e ginecologia in particolare.
E' proprio quest'ultimo reparto che sembra essere a rischio anche se si tratta di una ipotesi che sarebbe sub iudice visto che la soglia del livello minimo di prestazione, cinquecento parti, è alla portata della unità operativa e dovrebbe essere raggiunto entro la fine dell'anno.
La manifestazione della scorsa sera è stata promossa dall'associazione provinciale delle ostetriche ed proprio la vicepresidente Alba Maffei a prendere la parola ed a ringraziare i molti cittadini che si sono ritovati in piazza. Subito dopo di lei è la volta del professore Nicola Tesorio primario del reparto di ostetricia e ginecologia “Di fronte a questa partecipazione, spiega, non posso che essere commosso. E questo è sicuramente il riconoscimento più grande all'operato svolto dal nostro reparto ed sicuramente anche la prova più evidente del radicamento di questa struttura rispetto al territorio”.
Ed ancora. “Questa sera siamo qui per testimoniare la nostra contrarietà ad un provvedimento che colpisce in maniera profonda la terra d'Irpinia come se fossero proprio queste realtà la causa maggiore del deficit della sanità campana quando è invece evidente che quando si parla di sprechi è altrove che bisogna guardare. Da medico, conclude il professore Tesorio, intendo esprimere la più profonda solidarietà ai medici dell'alta irpinia. Per quanto riguarda il reparto di ostetricia e ginecologia si sono riaperte delle prospettive che solo qualche giorno fa pensavamo essere precluse evidentemente siamo di fronte ad una situazione in divenire ed i cittadini devono e possono far sentire la loro voce”.
Ieri sera in piazza San Michele era presente anche il primario di pediatria del Landolfi il professore Felice Nunziata. “Pediatria è strettamente collegata, spiega, al reparto di ostetricia e ginecologia”. Ed ancora.
“Chiudere il reparto di ostetricia e ginecologia è il primo passo verso un generale impoverimento dell'ospedale. Non ha senso tagliare servizi all'ospedale Landolfi visto che qui esistono realtà che sono ben più dinamiche e che sicuramente funzionano meglio di altre realtà provinciali”. “A questo punto, sbotta polemicamente e provocatoriamente , se vogliamo chiudere ostetricia e ginecologia chiudiamo tutto l'ospedale di Solofra”.
In piazza anche il primo cittadino di Solofra Antonio Guarino: “Mi commuove, spiega, la grandissima partecipazione dei sindaci del comprensorio. E' chiaro che l'ospedale è a Solofra ma non è solo l'ospedale di Solofra ma di tutto il comprensorio e la piena e folta adesione di sindaci ed amministratori si muove in questa direzione. Diciamo subito che l'ospedale landolfi è salvo ma in pericolo è ora il reparto di ostetricia e ginecologia. Oggi però ci sono dei fattori che hanno rimesso in discussione questa eventualità. Evidentemente gli organi regionali erano in possesso di dati sbagliati che l'intervento delle forze del territorio ha provveduto a correggere. I parti presso l'unità operativa di ostetricia e ginecologia del landolfi sono in crescita nell'ultimo anno sono stati effettuati 444 parti ed entro la fine dell'anno sarà ampiamente raggiunto il tetto dei cinquecento parti e proprio questo ci conforta rispetto alla sopravvivenza del reparto”.


ottopagine

_________________
Immagine


13/05/2010 - 08:54
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: Tagli agli ospedali
Cita:

Ospedali, Caldoro chiude le porte a Bisaccia



Buone speranze per i reparti di Ginecologia di Solofra e Terapia intensiva neonatale di Avellino, porte chiuse per l'ospedale Di Guglielmo di Bisaccia. Ieri la notizia delle possibili modifiche al piano regionale, oggi la conferma che arriva direttamente dal governatore Stefano Caldoro che questa mattina è stato intervistato al telefono da Maurizio Belpietro nel corso della trasmissione Mattino cinque. "Abbiamo inviato a Roma il piano - ha detto - si tratta di un piano di riorganizzazione della rete ospedaliera e della struttura territoriale per una sanità buona che può spendere molto meno e dare dei servizi migliori ai cittadini. E' questo il nostro obbiettivo. Abbiamo dei modelli in Italia che funzionano costando meno. Però dobbiamo arrivare a questo con il tempo necessario e abbiamo bisogno da parte del governo, pur senza risorse in più, di un accompagnamento che ci aiuti a cambiare". Sugli ospedali, Caldoro ha precisato: "Se ce ne sono troppi, vanno accorpati, così come vanno eliminate le duplicazioni. Alcune strutture saranno chiuse, altre riconvertite in nuove attività, come le residenze per gli anziani. E' un piano molto, molto duro. Avremo difficoltà a far capire alle comunità locali che in qualche caso quell'ospedale non serve e non è utile neanche ai cittadini. Quindi dobbiamo fare questo grande lavoro di riorganizzazione che per il 90 per cento è stato già presentato. Ora il Piano deve essere approvato e attivato subito, perché decisioni di questa portata hanno poi dei tempi tecnici di realizzazione". Infine, la questione dell'aumento delle tasse che ha suscitato un polverone di polemiche. "In Campania - ha concluso Caldoro - già ci sono le tasse più alte d'Italia, proprio per gli sprechi della sanità. Ci viene detto di aggiungere altre tasse, ma si deve considerare che la Campania è una delle regioni che l'Europa indica tra quelle in deficit di sviluppo, e quindi di povertà. Se invece di dare un sostegno alle regioni del Mezzogiorno mettiamo delle tasse, si crea un problema in termini di sviluppo".


irpinia oggi

_________________
Immagine


14/05/2010 - 15:58
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: Tagli agli ospedali
Cita:

Sciopero della fame, preoccupanti le condizioni di Alaia
Il sindaco di Sperone ha interrotto la protesta contro i tagli alla sanità


Bisaccia- Interrotto ieri sera alle 18 lo sciopero della fame contro la chiusura dell’ospedale di Bisaccia. A dichiararlo è il sindaco di Bisaccia, Salvatore Frullone che fa notare come la decisione sia stata adottata dopo l’incontro a Napoli con l’onorevole Gennaro Salvatore e dopo aver accolto la lettera del Commissario straordinario Albino D’Ascoli. Inoltre, il sindaco di Bisaccia ringrazia il sindaco di Sperone Salvatore Alaia per l’enorme contribuito dato per una lotta di civiltà a difesa della dignità della gente altirpina.
“La decisione di interrompere lo sciopero della fame – dichiara Frullone - da parte del sindaco di Sperone è venuta dopo aver constatato la preoccupante condizione psico-fisica del primo cittadino di Sperone. Come medico ho ritenuto consigliargli una tale decisione e di interrompere lo sciopero della fame. Dopo molte resistenze ha accolto l’invito”.



ottopagine

_________________
Immagine


19/05/2010 - 11:58
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: Tagli agli ospedali
Cita:

Tagli agli ospedali: anche i medici protestano



Livelli di assistenza a rischio, piano calato dall'alto. Anche i medici irpini in campo contro il piano ospedaliero regionale. Stamane c'è stata la riunione dalla Consulta sanitaria provinciale di cui fanno parte medici e manager del pubblico e del privato. Chiesto un incontro urgente alla regione. I medici irpini saranno presenti al consiglio provinciale straordinario in programma domenica mattina. Situazione che si preannuncia difficile anche nel privato: con il piano Zuccatelli a rischio il 10% dei lavoratori, si parla di cento posti che potrebbe saltare.



irpinia oggi

_________________
Immagine


19/05/2010 - 15:47
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: Tagli agli ospedali
Cita:
Sanità, in 100 pronti allo sciopero della fame
Martedì sciopero generale a Bisaccia


Bisaccia- Martedì 25 sciopero generale a Bisaccia contro le politiche sanitarie del presente e del passato. Ci sarà una seduta congiunta di tutti i consigli comunali dell'Irpinia d'Oriente. La manifestazione sarà anche l'occasione per l'avvio dello sciopero della fame di cento persone, "con l'auspicio che siano i cento uomini d'acciaio di cui parlava Guido Dorso".


ottopagine

_________________
Immagine


20/05/2010 - 08:28
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: Tagli agli ospedali
Cita:

Sanità: "Stanchi di pagare i debiti di altri"


Sindaci, amministratori e medici questa mattina a confronto a Palazzo Orsini. Al centro della discussione il futuro della sanità in provincia di Avellino. Il piano Zuccatelli è stato sottoposto all’attenzione del Ministero della salute che ha espresso il suo apprezzamento. Resta aperta però la questione rispetto a quelle che del piano saranno le ricadute. La riflessione parte dall’ospedale Landolfi ma non può non estendersi all’intera rete ospedaliera provinciale. Il primo cittadino di Solofra Antonio Guarino ha ancora una volta ribadito la propria disponibilità a dare il via ad un confronto ampio che vada nella direzione di mantenere gli standard operativi della sanità irpina nel suo complesso rifuggendo quindi da ogni valutazione campanilistica e difesa di interessi localistici. Alla fine della riunione allargata di giunta è stato votato un documento che di fatto dice no alla logica che vorrebbe scaricare su altre realtà gli sprechi, le pecche e le deficienze della sanità partenopea.


irpinia oggi

_________________
Immagine


21/05/2010 - 11:51
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 26 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010


Politica sulla Privacy (Cookie & GDPR)