Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 22/11/2019 - 05:42


Crea il tuo forum GRATIS su GlobalFreeForum.com.



Rispondi all’argomento  [ 26 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo
 Tagli agli ospedali 
Autore Messaggio
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: Tagli agli ospedali
Cita:
Sanità, il consiglio compatto sul no ai tagli
Sibilia: difendere le eccellenze. Di Cecilia: ascoltare i territori. De Simone: il diritto alla salute è sancito dalla Costituzione



Avellino- Un no forte e compatto ad un piano che taglia indiscriminatamente e che, soprattutto, lo fa in alcune aree già duramente provate dalla condizione economica. Il consiglio provinciale ha fatto quadrato contro il Piano Zuccatelli che dovrebbe “ridisegnare” la sanità in Irpinia a scapito però di alcuni plessi, segnatamente quello di Bisaccia. Un piano «di lacrime e sangue» ha detto il presidente della Provincia Cosimo Sibilia rispetto al quale bisogna battersi per difendere le eccellenze che ci sono sul territorio. Una protesta compatta si diceva che ha visto, oltre ai consiglieri, partecipi anche gli operatori sanitari. Molti, tra amministratori e dipendenti, quelli provenienti dall'ospedale di Bisaccia che, camice bianco e lutto al braccio, hanno chiesto ai vertici di Palazzo Caracciolo (ma più in generale alla classe politica) un impegno concreto presso la Regione. Un impegno che prende le mosse da un dato concreto: quello che vuole gli ospedali irpini niente affatto “spreconi”. Lo hanno spiegato, in apertura di seduta, gli interventi di Albino D'Ascoli, Giuseppe Rosato, Antonio D'Avanzo e Carlo Mottola. «Nella nostra sanità - ha detto il presidente dell'Ordine dei medici – ha punti di eccellenza sia nel pubblico che nel privato, ma non possiamo scindere l'aspetto demografico da quello geografico. Per questa ragione l'ospedale di Bisaccia deve rimanere assolutamente in vita: i cittadini dell'Alta Irpinia hanno diritti assolutamente identici a quelli del resto della Campania». Una tesi sposata appieno dalle comunità locali, e dagli operatori sanitari che alla politica hanno chiesto unità (anche con momenti di contestazione). E nel segno dell'unità il parlamentino ha prodotto un documento, votato da tutti, che sarà indirizzato il presidente della Regione Caldoro e al commissario Zuccatelli: l'Irpinia è assolutamente contraria – questa è la sintesi – ai tagli che si annunciano per il suo territorio. «Siamo d'accordo – ha spiegato il capogruppo del Pdl, Franco Di Cecilia – che la sanità campana ha accumulato un deficit enorme ma è altrettanto evidente che non si può redigere alcun piano se si prescinde dall'ascolto dei territori». Di Cecilia ha proposto che il consiglio si faccia carico di un confronto con il commissario (un tavolo di concertazione proposto da Gagliardi e approvato all'unanimità) nel quale si possa far prevalere anche per l'Irpinia il criterio della deroga prevista per le isole (in quanto zone in posizione geograficamente difficile)». Per il capogruppo del Pd, Alberta De Simone, «il voto unanime del consiglio provinciale non può non costringere Zuccatelli ad una profonda revisione delle sue scelte. Il diritto alla salute – ha detto – non è una questione aziendale e dunque non può essere vincolato alla organizzazione che in una certa fase la sanità si è data. Quel diritto è sancito dalla Costituzione. La Lega mette in difficoltà il governo ogni volta che si toccano i suoi territori. Anche noi dobbiamo fare lo stesso mantenendo in vita Bisaccia e tutti gli altri ospedali». Una compattezza forte quella del parlamentino irpino che ora attende segnali da Caldoro, prima di decidere altre clamorose forme di protesta. Anche se speriamo non ce ne sia bisogno.


ottopagine

_________________
Immagine


24/05/2010 - 11:22
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: Tagli agli ospedali
Cita:

Tagli ospedali: duemila in piazza a Bisaccia


Sciopero della fame ed un tenda che presto sarà montana sotto la sede alla giunta regionale della Campania, a palazzo Santa Lucia a Napoli. Si è chiusa così la manifestazione di protesta a Bisaccia contro il declassamento dell'ospedale Di Guglielmo. In duemila hanno perso parte all'evento. Scuole chiuse, negozi chiusi, l'intera Alta Irpinia si è fermata per dire no al piano ospedaliero regionale. In piazza gente comune, rappresentanti istituzionali, sindacalisti, medici e infermieri. Il corteo si è chiuso con una seduta di consiglio comunale straordinario e congiunto tra i comuni che hanno preso parte all'iniziativa e con l'avvio dello sciopero della fame di cento persone.


irpinia oggi

_________________
Immagine


25/05/2010 - 16:51
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: Tagli agli ospedali
Cita:

Bisaccia, terzo giorno di sciopero della fame


Terzo giorno di sciopero della fame a Bisaccia. In campo amministratori e semplici cittadini che da martedì scorso, subito dopo la grande manifestazione di piazza, hanno dato vita alla forma di protesta estrema contro il piano ospedaliero regionale che prevede il declassamento del Di Guglielmo. Sono tutti costantemente monitorati dai sanitari del presidio ospedaliero dell'Alta Irpinia. L'obiettivo è arrivare ad avere un incontro con il governatore Caldoro e discutere della proposta avanzata dal consiglio provinciale di Avellino nella seduta di domenica scorsa e che ha avuto l'approvazione unanime dell'assise: dare a Bisaccia la stessa deroga che vale per le isole come Capri e Ischia, vale a dire considerare quello dell'Alta Irpinia un territorio disagiato geograficamente e dunque da escludere dai tagli.



irpinia oggi

_________________
Immagine


27/05/2010 - 09:33
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: Tagli agli ospedali
Cita:
Cittadini pronti ad una nuova mobilitazione
Il vicesindaco Santoli: nessuna resa incondizionata. Se non otterremo risultati, scenderemo ancora in piazza



Bisaccia- Cittadinanza in stand by quella di Bisaccia. Interrotto lo sciopero della fame da circa dieci giorni, le istituzioni locali attendono una risposta dai vertici regionali. Dopo lo sciopero generale del 25 maggio scorso, l’Irpinia d’Oriente non ha mai smesso di sperare che il nosocomio “G. Di Guglielmo” di Bisaccia potesse mantenere la denominazione di presidio ospedaliero. Al fianco del primo cittadino Salvatore Frullone, anche il sindaco di Sperone Salvatore Alaia, il quale si è sempre dichiarato contrario all’interruzione dello sciopero della fame. “In settimana ci sarà un’assemblea pubblica con la cittadinanza per mantenere alta l’attenzione” afferma il vicesindaco Daniele Santoli. “Abbiamo ragione di sperare che un gruppo di tecnici sta lavorando per un’integrazione del piano ospedaliero, in cui il plesso bisaccese non debba essere riconvertito a residenza per anziani. Questa è l’unica ragione che ci distoglie dall’intraprendere azioni eclatanti. Per la cittadinanza non c’è nessuna resa incondizionata: siamo pronti a scendere nuovamente in piazza e a dare vita a nuove forme di protesta. Ormai il tempo di attesa stabilito sta per scadere, e la popolazione pretende delle risposte. Se non dovessero arrivare a breve, organizzeremo una seconda mobilitazione”. Ricordiamo che lo sciopero della fame condotto da cittadini e amministratori è stato interrotto su invito di alcuni rappresentanti istituzionali, che hanno lasciato un margine di speranza in favore del plesso bisaccese. In attesa di notizie certe anche il Criscuoli di Sant’Angelo. Nessun tavolo tecnico è stato ufficialmente concertato per elaborare una proposta alternativa al piano Zuccatelli, mentre dal versante istituzionale pare che sia imminente una convocazione di tutti i sindaci del comprensorio per discutere di possibili soluzioni da adottare. Se Bisaccia combatte per evitare la chiusura dell’ospedale, Sant’Angelo scongiura il mantenimento del pronto soccorso in quanto collante con il polo riabilitativo “Don Carlo Gnocchi”.


ottopagine

_________________
Immagine


08/06/2010 - 10:39
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: Tagli agli ospedali
Cita:

Ospedale Bisaccia: appello a Sibilia e De Mita



Dopo l'amarezza e lo sconcerto per le parole di Calabrò, consulente per la Sanità del governatore Caldoro, a Bisaccia si passa al contrattacco. "Nessuna deroga è possibile per il Di Guglilemo" - aveva detto ieri il senatore del Pdl. Oggi replica il sindaco Salvatore Frullone. "Assurda questa chiusura netta - dice - come si fa tenere in piedi ospedali con 15 posti letto sulle isole e non tener conto delle esigenze di un territorio come il nostro che è geograficamente isolato". Salvatore Frullone fa ora appello a Sibilia e a Giuseppe De Mita. "Sono sicuro che con la loro mediazione si otterrà qualcosa".




ottopagine

_________________
Immagine


17/06/2010 - 15:52
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: Tagli agli ospedali
Cita:

Sanità, 55mila stipendi bloccati per una firma



A rischio lo stipendio di giugno per 55 mila dipendenti della sanità. Un ritardato pagamento che coinvolge tutte le aziende sanitarie e ospedaliere campane: Caserta, Salerno, Benevento ed ovviamente Avellino. Colpa dell´annullamento delle delibere della giunta Bassolino. Tra i 33 dirigenti regionali, la cui funzione è stata cancellata, figura, infatti, Fernando De Angelis, responsabile dell´area Bilancio. E, siccome, sarebbe toccato a lui firmare i mandati di pagamento dopo la ripartizione dei fondi di circa 730 milioni destinati alle Asl e alle aziende ospedaliere, la Regione si trova in una situazione paradossale. In pratica: la "rimessa" di cassa ricevuta dal ministero dell´Economia è già fatta, ma l´atto procedurale è bloccato, semplicemente perché non c´è più il responsabile.



irpinia oggi

_________________
Immagine


24/06/2010 - 10:26
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: Tagli agli ospedali
Cita:
Alaia s'incatena a Napoli, Caldoro non lo riceve
La protesta contro i tagli alla sanità



Avellino- Si risolve con una frattura del polso la protesta del primo cittadino di Sperone Salvatore Alaia in quel di Napoli. A provocare l’incidente del primo cittadino, una breve colluttazione nel corso della manifestazione nei pressi di Palazzo Santa Lucia. A sostenerlo, una delegazione di circa venti persone, fra cui amministratori del vallo Lauro baianese e comitati civici in difesa del diritto alla salute. “Nulla di grave” a detta del sindaco Alaia, che argomenta in maniera positiva la manifestazione partenopea: “Caldoro c’era ma non ci ha ricevuto, in quanto nessuna richiesta ufficiale è pervenuta da parte mia. Sono stato informato che il presidente si è detto disponibile ad ascoltarci”. L’iter della manifestazione di ieri ha visto il coinvolgimento delle forze dell’ordine, che pare abbiano impedito i manifestanti di raggiungere il portone d’ingresso del palazzo. “Sandro Santangelo della segreteria particolare di Caldoro ha mostrato disponibilità nel volerci ascoltare, ma noi abbiamo espressamente richiesto un incontro con Caldoro. L’unica indiscrezione che siamo riusciti a strappare è che Caldoro non ha intenzione di chiudere l’ospedale di Bisaccia, e che esiste una remota possibilità che il piano venga riformulato”. Intanto indiscrezioni rivelano che la data fissata dalla giunta regionale per l’approvazione del piano sanitario slitta a settembre; notizia positiva se si considera che si apre una nuova possibilità di apportare modifiche al piano. “Spero che in Provincia non si faccia la solita passerella politica, che il solo obiettivo di far stancare le persone”.


ottopagine

_________________
Immagine


10/07/2010 - 09:07
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: Tagli agli ospedali
Cita:

Bisaccia non si arrende: sarà sciopero generale


Sciopero generale e manifestazione in piazza: Bisaccia non si arrende. E a freddo, il giorno dopo la visita di Calabrò e la nuova ed ennesima "batosta" sull'ospedale Di Guglielmo, ecco l'annuncio della ripresa della mobilitazione. Si punta ad una risposta muscolare per far salire la tensione. Dalla marcia allo sciopero della fame, la tregua è durata un mese. Adesso tutto il territorio altirpino è di nuovo in prima linea. A Bisacca rimarrà solo il pronto soccorso: il senatore Calabrò, assessorre in pectore alla Sanità della regione Campania, ieri in visita in Irpinia ha confermato le intenzione della giunta Caldoro: l'ospedale sarà smantellato, via tutti i reparti fatta eccezione per un punto che dovrà gestire l'emergenza. Il sindaco Salvatore Frullone non ci sta e dice: "Così facendo si cancella il diritto a sopravvivere di tutta l'Alta Irpinia, non accetteremo supinamento".



irpinia oggi

_________________
Immagine


11/07/2010 - 08:38
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: Tagli agli ospedali
Cita:
Caldoro conferma: l'ospedale di Bisaccia chiude


L'ospedale di Bisaccia chiuderà battenti: lo ha conferma Caldoro. Il governatore stamane ha illustrato il nuovo piano ospedaliero: insieme a lui c'era il superconsulente alla sanità, il senatore Raffale Calabrò. Confermato il declassamento del Di Guglielmo: non sarà più un ospedale, ma una struttura polifunzionale per la salute. Allo stato cancellata anche l'ipotesi del mantenimento almeno del pronto soccorso. "Ora la nostra speranza - ha detto il sindaco Frullone - è che nel piano attuativo che sarà di competenza del prossimo direttore generale dell'Asl si possa aprire un confronto sulla destinazione finale della struttura". Intanto a Bisaccia va avanti la raccolta firme per indire un referendum per lasciare la regione Campania.


irpinia oggi

_________________
Immagine


31/07/2010 - 17:08
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: Tagli agli ospedali
Cita:

«Smantellamento dell'Ospedale? Non è previsto dal piano»
Frullone: il commissario vuole soltanto avviare degli incontri per un’analisi del quadro sanitario irpino


Bisaccia- Il crono programma giunto nelle sedi ospedaliere è solo un atto interno di indirizzo. Smentita immediata sulle voci di chiusura del plesso bisaccese stabilite per il 13 settembre. Il “piano operativo 2010” non accenna a nessuna procedura di smantellamento dell’ospedale Di Guglielmo di Bisaccia, né di stop dei ricoveri. La missiva inviata dal commissario Asl Sergio Florio indica un percorso di incontri con istituzioni e sindacati, teso a fornire un’analisi dettagliata del quadro sanitario irpino, per poter progettare i piani di rientro. Conferma una piena e intensa attività ospedaliera il sindaco di Bisaccia Salvatore Frullone, che chiarisce il contenuto della missiva giunta dalla sede Asl avellinese, commentando la notizia di una possibile chiusura del plesso da due punti di vista. Come primario del reparto di chirurgia del Di Guglielmo,e come primo cittadino.
“Vorrei che le notizie divulgate venissero confermate. È bene chiarire che le strutture funzionano e che se e quando saranno interrotte sarà compito nostro informare la popolazione. Non è corretto dire che dal 13 settembre avrà inizio lo smantellamento dell’ospedale. Come sindaco sono felice che si tenga alta l’attenzione sul futuro dell’ospedale, ma come medico contesto la notizia, in quanto si danneggiano le attività della struttura. È stato registrato un calo delle prestazioni perché le persone sono convinte che l’ospedale sia chiuso, o che siano venuti meno i servizi e le prestazioni. In questo modo si compromette il lavoro quotidiano, e si crea confusione fra l’utenza. Noi lavoriamo nonostante il caldo”.
Nessuna leggerezza nelle parole di Frullone, che non nasconde un clima di preoccupazione pressante. “Questo atto giunto due giorni fa in ospedale è solo un primo allarme tecnico per avviare le procedure. Non è cambiato nulla: il commissario ha solo allertato i suoi collaboratori ad un’analisi sul piano interno. È stata disegnata la scenografia, ma non è stato scritto nessun copione”. Frullone conferma che anche i contatti con le istituzioni regionali sono costanti e che ampia fiducia è stata riposta nei confronti del vice presidente della regione Giuseppe De Mita e del presidente della V commissione sanità Michele Schiano. Dopo quattro mesi di battaglie, trattative, scioperi e manifestazioni ancora non è stata scritta l’ultima parola. La mobilitazione non termina qui, come annuncia Salvatore Alaia, sindaco di Sperone: “La gente dell’Alta Irpinia deve trovare il coraggio di ribellarsi e di tirare fuori la dignità”. Schierato al fianco dei bisaccesi per la lotta in difesa dell’ospedale, Alaia ha interpellato in questi mesi le più alte cariche istituzionali. “Bisogna dare un senso alla lotta, e questo è il momento. Le trattative politiche e le vie istituzionali hanno dato un minimo risultato. L’Alta Irpinia è stata abbandonata, perché anche il presidio di Sant’Angelo ha subito pesanti tagli. Dal mio canto, sono felice di essermi battuto in difesa dell’ospedale, perché ha dato in minima parte dignità alla gente. Credo che ormai resta ben poco da sperare, anche perché credo che il commissario sia alla stretta anche sui piani attuativi”.



ottopagine

_________________
Immagine


28/08/2010 - 08:40
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 26 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010


Politica sulla Privacy (Cookie & GDPR)