Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 13/11/2019 - 00:53


Crea il tuo forum GRATIS su GlobalFreeForum.com.



Rispondi all’argomento  [ 9 messaggi ] 
 Raccordo Av-Sa: via libera al pedaggio 
Autore Messaggio
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Raccordo Av-Sa: via libera al pedaggio
Cita:

Raccordo Av-Sa: via libera al pedaggio



Ed il raccordo autostradale Avellino-Salerno potrebbe diventare a pedaggio. Un colpo per le centinaia, le migliaia di veicoli che quotidianamente impegnano la linguu d'asfato fra i due capoluoghi di Provincia. E' questo uno dei possibili effetti della manovra da ventiquattro miliardi elaborata dal Governo. Fra gli interventi è infatti prevista la possibilità di introdurre il pedaggio di tratti di strade di connessione con i tratti autostradali.



irpinia oggi

_________________
Immagine


26/05/2010 - 09:04
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: Raccordo Av-Sa: via libera al pedaggio
Cita:

Raccordo Av-Sa: presto il pedaggio
E' uno dei possibili effetti della manovra finanziaria del Governo



Avellino- Il raccordo autostradale Avellino-Salerno potrebbe diventare a pedaggio. Un colpo per le centinaia, le migliaia di veicoli che quotidianamente impegnano la linguu d'asfato fra i due capoluoghi di Provincia. E' questo uno dei possibili effetti della manovra da ventiquattro miliardi elaborata dal Governo. Fra gli interventi è infatti prevista la possibilità di introdurre il pedaggio di tratti di strade di connessione con i tratti autostradali. E rispetto al raccordo Salerno-Avellino resta ancora aperta la questione della terza corsia. La questione da risolvere resta quella delle risorse da destinare al progetto. Per la terza corsia erano previsti 240milioni di euro di risorse fas inizialmente stanziati per la realizzazione della terza corsia del raccordo Salerno-Avellino e successivamente dirottati altrove. L’intervento va inquadrato in una cornice che raffigura un costante e progressivo sviluppo dei comuni serviti dal raccordo. Uno sviluppo scandito dall’apertura del megastore Ikea, dal flusso veicolare degli studenti diretti al polo universitario, dal futuro allestimento della piattaforma logistica di Mercato S.Severino. La portata del flusso veicolare che scorre oggi sul raccordo e che è destinato ad aumentare vertiginosamente nei prossimi mesi deve indurre a definire in tempi brevi un inizio ed una fine dei lavori di realizzazione della terza corsia nel lotto compreso tra Fratte e Mercato S.Severino. Il dipartimento Anas, lo scorso luglio, ha trasmesso al Ministero le integrazioni sullo Studio di Impatto Ambientale reso successivamente pubblico il 4 settembre. Il finanziamento per la realizzazione dell’opera, rientrerà nella nuova assegnazione che il Cipe stabilirà con i Fondi per le Aree Sottoutilizzate


ottopagine

_________________
Immagine


27/05/2010 - 16:50
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: Raccordo Av-Sa: via libera al pedaggio
Cita:

Pedaggio Avellino-Salerno, Petracca: proposta indecente


"Nella vergognosa manovra economica che il governo sta varando con il decreto legge anticrisi, trova posto anche un emendamento che consente all’Anas di aumentare il pedaggio nelle strade di sua competenza, ma soprattutto di imporre alla Salerno-Reggio Calabria un pedaggio, e questo quando solo alcuni giorni fa, il premier Berlusconi rassicurava tutti gli italiani che non avrebbero pagato nulla a causa della manovra anticrisi". Lo afferma Beny Petracca, coordinatore provinciale del Partito Comunista dei Lavoratori, che aggiunge: "Siamo profondamente contrari al pedaggio su strade che insistono sul territorio meridionale, in particolare non comprendiamo perché un’ autostrada solo di nome, come la Salerno Reggio Calabria, pericolosissima per gli improvvisi restringimenti di carreggiata dei tratti in cui ancora i lavori sono in corso e con un numero altissimo di incidenti mortali, debba essere percorsa a pagamento, molto prima del termine completo dei lavori, previsto molto ottimisticamente per il 2013, che possano renderla sicura, agevole e tale da poter, eventualmente, giustificare un recupero degli ingenti costi sostenuti.
Fatto ancora più ridicolo sarebbe il probabile pedaggio sul raccordo Avellino-Salerno. Soltanto dei politici che sicuramente come Bossi padre e figlio oppure Castelli che non l’hanno mai percorsa e che forse non sanno nemmeno dove sia ubicata, possono ipotizzare che si possa pagare un pedaggio per una superstrada pericolosissima, anche questa teatro negli anni di numerosi incidenti, anche mortali. Il raccordo in questione non possiede, almeno nel tratto irpino, di nessuna corsia di sicurezza, oltre alle due di dimensioni appena sufficienti per il sorpasso. Inoltre le medesime corsie non sono sempre piane per tutta la larghezza, in alcuni tratti il manto stradale è irregolare e la visibilità al buio limitata. Per di più si finirebbe col deprimere ancora di più le economie delle regioni meridionali. Si registrerebbe infatti sicuramente un minore afflusso dalle regioni italiane verso la Calabria nel periodo estivo penalizzando l’economia turistica, una delle poche risorse del Sud. Si graverebbe anche notevolmente sul portafoglo degli automobilisti, che già pagano una serie interminabile di tributi, solo perché possiedono un automobile. Stessa cosa del pedaggio della Sa-RC. Causerebbe il pedaggio del raccordo SA-AV. Sia per il calo che necessariamente registrerebbe il turismo della provincia salernitana e quello della Costiera Amalfitana sia per la penalizzazione che avrebbero tutti quelli che si spostano dall’uno all’altro capoluogo per motivi di lavoro o commerciali. Inoltre il percorso alternativo da Avellino a Salerno, che attraversa vari paesi, avrebbe una forte impennata provocando un forte e continuo traffico per tutto il tragitto. Il Fattore Lega tanto temuto da diversi analisti politici dopo le regionali, sembra dare i temuti frutti negativi per il Sud. L’ingiusta pretesa leghista di far pagare tutte le strade di collegamento ai meridionali poggia sull’incapacità di confronto tra le ultramoderne e sicure autostrade e superstrade del nord e quelle pericolosissime e vetuste del Sud. Troviamo anche singolare che L’on. Iannaccone sia si critico sul pedaggio per le strade anzidette, ma con un piglio da politico d’opposizione. Allo stesso ricordiamo che in qualità di segretario nazionale di un partito, seppur piccolo della maggioranza di Governo, dovrebbe avere atteggiamento diverso dalla censura sui quotidiani, riguardo questi iniqui e vergognosi provvedimenti. Per quanto ci riguarda queste misure confermano che i nostri politici vogliono salvare ed aumentare i profitti dei banchieri con il sangue ed il sudore dei soliti e noti e cioè del popolo, che già sta duramente tirando la cinghia. Comunque - sottolinea Petracca - abbiamo appena fondato su Facebook un gruppo chiamato “Quelli CHE SE SI PAGA IL PEDAGGIO DEL RACCORDO AVELLINO-SALERNO..." dove elaboreremo le iniziative da prendersi, ma già da ora pensiamo di ricorrere insieme a tutti gli automobilisti, costretti a percorrere a loro rischio e pericolo queste strade, ad una class action nei confronti del governo italiano e dell’Anas. Non escluderemmo anche successivo ricorso all’Unione Europea. Chiederemo il giusto risarcimento danni per tutti gli incidenti e le code nel traffico, dovute alla pericolosità e inadeguatezza delle suddette strade, anche in virtù del pedaggio senza controprestazione, imposto da parte dei suddetti. Nell’immediato ribadiamo il nostro no non solo ai pedaggi, ma all’intera manovra economica e proponiamo lo sciopero immediato e fino al ritiro dell’intero provvedimento. A nulla serve - conclude Petracca - un singolo giorno di sciopero che avvenga circa un mese dopo la sua approvazione".



irpinia oggi

_________________
Immagine


29/05/2010 - 08:52
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: Raccordo Av-Sa: via libera al pedaggio
Cita:

Raccordo Av-Sa: la stangata è servita


E l'aumento è servito per il raccordo Salerno-Avellino. Arriva la stangata autostradale prevista dall'articolo 15 della manovra. Sarà articolata in due operazioni: la prima prevede che dal 1° luglio su tutte le reti delle concessionarie scattino gli aumenti medi dell'ordine dell'1,5-2% con punte del 5%: è l'effetto dell'aumento dei canoni dovuti all'Anas dalle stesse concessionarie che possono poi rivalersi sugli utenti. L'aumento è di un millesimo di euro a chilometro per le prime due classi di veicoli (moto e auto), di tre millesimi a chilometro per le tre classi più pesanti C,D ed E. Da Roma a Napoli l'aumento è per la classe B di 20 centesimi di euro che, rispetto agli attuali 11,90 euro di pedaggio, significa un aumento dell'1,7%. La seconda operazione è invece l'introduzione di un nuovo pedaggio su 22 tratte gestite dall'Anas e finora gratuite: si tratta di undici autostrade e di undici raccordi stradali per un totale di 1.270 chilometri. La mappa delle strade pedaggiabili è pronta. Della rete Anas che diventerà a pagamento fanno parte arterie importanti come il raccordo anulare di Roma, l'autostrada Roma-Fiumicino, la Salerno-Reggio Calabria, la Palermo-Catania, il raccordo Torino-Aeroporto di Caselle, la superstrada Firenze-Siena, il raccordo Salerno-Avellino.


irpinia oggi

_________________
Immagine


23/06/2010 - 09:38
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: Raccordo Av-Sa: via libera al pedaggio
Cita:
Raccordo Av-Sa: già a luglio si pagherà pedaggio

Raccordo Avellino-Salerno, già da luglio si potrebbe iniziare a pagare il pedaggio: un euro per le automobili e due per i mezzi pesanti. Non solo. Aumenteranno, a partire da domani, anche le tariffe autostradali fino al 5%. Lo prevede la manovra, ora all'esame della Commissione Bilancio del Senato: è l'effetto dell'aumento dei canoni dovuti all'Anas dalle concessionarie che possono poi rivalersi sugli utenti. Secondo quanto è emerso, l'Anas potrà chiedere per le autostrade e i raccordi autostradali attualmente gratuiti il pedaggio. Sono 22 le tratte interessate: 11 autostrade e 11 raccordi stradali, tra le quali rientrerebbero il Grande raccordo anulare di Roma e l'autostrada Roma-Fiumicino, la Salerno-Reggio Calabria, la Palermo-Catania, il raccordo Torino-aeroporto di Caselle, la superstrada Firenze-Siena, il raccordo Salerno-Avellino. Al momento si tratta di una facoltà, come prima fase transitoria di un processo che porterà al pedaggiamento definitivo delle tratte autostradali entro la fine del 2011. Ieri è stato firmato il decreto del presidente del Consiglio, emanato su proposta del ministro delle Infrastrutture e Trasporti e di concerto con il ministro dell'Economia, che individua le tratte, i criteri e le modalità di pagamento.


irpinia oggi

_________________
Immagine


30/06/2010 - 09:33
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: Raccordo Av-Sa: via libera al pedaggio
Cita:

Pedaggio Av-Sa, Iannaccone: anche noi sfonderemo i caselli



“Facciamo nostra la soluzione prospettata dal sindaco Alemanno: se per la Avellino-Salerno sarà previsto un pedaggio ci presenteremo ai caselli con le nostre macchine e li sfonderemo”. Lo afferma il deputato Arturo Iannaccone, segretario nazionale di Noi Sud.
“Siamo giunti al paradosso - spiega Iannaccone - di un Governo che per risanare i conti ha pensato bene di sottoporre a pedaggio dei tratti stradali che l’unico intervento di cui necessitano e' una corposa manutenzione e la definitiva chiusura dei cantieri che, da decenni, li rendono impraticabili. La Avellino - Salerno e la Salerno-Reggio Calabria versano in uno stato pietoso e chi quotidianamente è costretto a percorrerli lo sa bene. Ora – prosegue - la previsione di questo balzello suona come un intollerabile sberleffo ai danni del popolo meridionale che, per quanto, ci riguarda, non siamo disposti ad accettare passivamente. Invitiamo il Governo a rivedere la decisione di tassare gli automobilisti che percorrono la Avellino - Salerno e la Salerno – Reggio Calabria; in mancanza – conclude - faremo come Alemanno, sfonderemo i caselli”.



irpinia oggi

_________________
Immagine


02/07/2010 - 18:09
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: Raccordo Av-Sa: via libera al pedaggio
Cita:

Pedaggi autostradali. Codacons, salasso da 200 euro all'anno



Pedaggi autostradali, il Codacons pronto a ricorrere. E' quanto dichiara Enzo Marchetti vice-presidente nazionale dell'associazione in difesa dei consumatori. “Vogliamo vederci chiaro perchè a dire il vero non è che ci sia molto trasparenza al riguardo. Faccio un esempio pratico: se parto da Napoli e vado a Salerno pago un euro e sessanta centesimi, se parto da Nocera e vado a Salerno pago due euro. Insomma la cosa è abbastanza strana, ci troviamo di un amento intorno al venticinque per cento mentre a livello ministeriale si parlava di un aumento da un minimo del due ad un massimo del cinque per cento”. Ed ancora. “Il pedaggio è un balzello che tocca comunque le fasce più deboli vale a dire i pendolari e già riceviamo tante telefonati di pendolari che si lamentano che questo scherzo costerà loro un esborso maggiore di circa duecento euro all'anno”. “L'introduzione del pedaggio farà scatenare una reazione a catena, aumenteranno i costi dei biglietti e degli abbonamenti. Problemi dunque per gli studenti ma anche per gli operai, per i professionisti che si muovono in queste aree”.


irpinia oggi

_________________
Immagine


03/07/2010 - 08:36
Profilo
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Tenente Colonnello Esercito Spartano
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2009 - 16:58
Messaggi: 51683
Località: Avellino
Messaggio Re: Raccordo Av-Sa: via libera al pedaggio
Cita:
Aumento pedaggi: si decide il 31 agosto
Il consiglio di Stato si riunirà per esaminare il ricorso alle sentenze del Tar di Lazio e Piemonte


Solofra- La data è quella del trentuno agosto, quando cioè il Consiglio di Stato si riunirà per esaminare nel merito il ricorso dello Stato avverso le sentenze del Tar del Lazio e del Piemonte che avevano bocciato l’aumento dei pedaggi anche sui raccordi autostradali. In sostanza il governo voleva conservare gli aumenti già decisi e già applicati dall’Anas, a dispetto delle sentenze dei Tribunali amministrativi che avevano ordinato di eliminarli, in attesa che il Consiglio di Stato decida nel merito.
Ma lo stesso Consiglio gli ha detto di no. Che la sospensiva sia stata respinta non significa che i rincari non ci saranno più visto che l’appello del Governo contro le ordinanze dei Tar potrà essere esaminato con calma nella camera di consiglio fissata per il 31 agosto. In soccorso degli automobilisti viene anche il Codacons.
Prima dell’intervento degli organi di giustizia amministrativa i veicoli che entrano o escono dalla barriera autostradale di Mercato San Severino dell’A30 e dal casello di Avellino dell’A16 pagano un sovrapprezzo sul pedaggio autostradale, nel presupposto che il raccordo Salerno-Avellino sia un raccordo autostradale dell’Anas, collegato ad un’autostrada con pagamento di pedaggio, quale l’ A30 e l’A16. “In realtà, denuncia Rocco Panetta responsabile settore trasporti del Codacons, il raccordo Salerno-Avellino, cui è stato assegnato il numero RA02, ha la segnaletica stradale con sfondo verde, prescritta dal Codice della Strada per le Autostrade ed i Raccordi autostradali, mentre il Decreto Legislativo 29 Ottobre 1999 n. 461 lo include tra la rete stradale ordinaria di interesse nazionale, in cui la segnaletica stradale è con sfondo blu.
L’Anas, proprietaria e gestore del raccordo Sa-Av, lo include nella viabilità ordinaria. Tanto è vero ciò che nella convenzione tra il Ministero dell’Interno, Dipartimento della Pubblica Sicurezza ed Anas, quale gestore di autostrade e raccordi autostradali, sui quali ha la vigilanza stradale esclusiva la polizia stradale, non è compreso il raccordo Salerno-Avellino”. Insomma secondo il Codacons gli automobilisti avrebbero pagato, prima della sospensione degli aumenti, per percorrere una strada ordinaria credendo fosse un’arteria autostradale.
Sul punto l’onorevole del Pdl Gianni Mancuso ha presentato un’interpellanza scritta al Ministro dei trasporti che si conclude chiedendo “se il Governo intenda intervenire per porre fine ad un esborso di denaro non dovuto da parte di cittadini, che credono di percorrere un tratto autostradale che, in realtà, è una strada ordinaria e che inoltre subiscono anche un danno economico quando pagano un sovrapprezzo, compreso nel pedaggio autostradale, entrando o uscendo dalla barriera di Mercato S. Severino dell'A30 e dal Casello di Avellino Est dell'A16”.


ottopagine

_________________
Immagine


21/08/2010 - 11:16
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 9 messaggi ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010


Politica sulla Privacy (Cookie & GDPR)